Castel Volturno, l’opposizione attacca il sindaco: “Ennesima farsa preconfezionata”

971

Al Consiglio Comunale partecipa anche il sindaco dimissionario Luigi Petrella, opposizione all’attacco: “Oggi, si sono “magicamente” ritrovate le condizioni per amministrare?”

CASTEL VOLTURNO – Nel Consiglio Comunale odierno fa discutere la presenza del sindaco Luigi Petrella, che appena il 31 maggio aveva comunicato le sue dimissioni. Le opposizioni non ci stanno e rispondono compatte allo scenario odierno. Di seguito il comunicato firmato dai componenti dell’opposizione, al quale il sindaco ha risposto in un’intervista telefonica.

“È andato in scena il secondo atto di una farsa ben precofenzionata: a distanza di soli quattro giorni, si va in Consiglio Comunale con una ordinarietà che fa rabbrividire.
Sotto il piano della legittimità nulla quaestio, ma sotto il piano etico è davvero una mortificazione e una offesa all’intelligenza dei cittadini di Castel Volturno.
In data 31/05 il Sindaco Luigi Umberto Petrella in seduta consiliare annuncia la presentazione delle proprie dimissioni, motivandole con una assenza delle condizioni necessarie per amministrare. Oggi, si sono “magicamente” ritrovate le condizioni per amministrare? Ci viene da pensare che in tre giorni non si risana una crisi politica, dovremmo quindi dedurre che la crisi era ancora una volta generata da logiche spartitorie e personalistiche che alcun beneficio producono per la collettività?
La compattezza ritrovata potrebbe essere nata grazie alla revoca/dimissioni dell’assessore Paolo Barba, unico membro della giunta con specifiche competenze di settore.
Chi sostituirà l’assessore Barba, tra l’altro, in piena fase di approvazione del bilancio?
D’altra parte non sarebbe la prima volta che l’amministrazione Petrella rinuncia alla competenza di un assessore per sceglierne uno ad personam.
Il Consiglio Comunale è il luogo sacro della politica locale, perché non si danno spiegazioni sulle dimissioni presentate!?
Sono indicibili le motivazioni della crisi o quelle della ritrovata armonia? Quale miglior circostanza del Consiglio Comunale per comunicare con i cittadini?
La minoranza ha deciso di non prendere parte a questo ennesimo teatrino, la minoranza se si fosse presentata al Consiglio, in prima convocazione, non sarebbe emersa la mancanza del numero legale.
Troppe volte questa maggioranza ha fatto leva sulla correttezza e il senso di responsabilità dei propri oppositori e vi si è schermata dietro. È ora che i cittadini sappiano la nuda verità dalla bocca dei protagonisti.
Castel Volturno è logorata da stanchezza e sfiducia, la città non merita questo. I cittadini non sono vacche da mungere al momento delle elezioni e inesistenti durante il mandato amministrativo, quando non sono “utili”.
La casa comunale appartiene ai cittadini che hanno il diritto di essere coinvolti, e dei buoni amministratori hanno il dovere di rendere trasparente il proprio operato, assicurando alla città una partecipazione attiva”.

Pubblicità

I consiglieri
Raimondo Rosa
Petrella Anastasia
Oliva Nicola
Scialla Giuseppe
Napoletano Dario
Riccardo Vincenzo

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità