Castel Volturno, la Junior Domitia fa passi avanti: parla il Presidente

101
informareonline-junior-domitia-parola-al-presidente
Pubblicità

Junior Domitia: parola al Presidente!

La Junior Domitia fa importanti passi in avanti, e gli azzurri iniziano a raggiungere risultati sempre più notevoli. Questo mese, torniamo puntuali insieme al Presidente Luigi Lauritano, che apre l’intervista spiegandoci di un’importante riforma entrata in vigore da poco nel Calcio a 5.

Pubblicità

«La riforma a cui fai riferimento, è quella che limita la presenza di stranieri in squadra, potendo impiegarne in Serie B solo 2. Per quanto ci riguarda, premettendo di essere a favore di questa norma, non cambia nulla, perché il nostro progetto si è sempre fondato su ragazzi italiani ed in particolare sul nostro settore giovanile.

La Divisione Calcio a 5 ha voluto dare un impulso “all’utilizzo” dei ragazzi italiani che troppo erano penalizzati dalla massiccia presenza di quelli stranieri, che spesso sono allo stesso livello dei nostri italiani, ai quali non viene data la possibilità di esprimersi se non attraverso il coraggio di quei presidenti che lo impongono per scelta. Il numero di stranieri verrà limitato anche alle altre categorie superiori A2 e A1, questo nell’intento di forzare la formazione di giocatori italiani, con un impulso ai settori giovanili e scolastici. Per quanto riguarda la Junior Domitia, lo stiamo facendo già da qualche anno, con l’introduzione quest’anno anche della Scuola Calcio per bambini che sta dando buoni frutti».

Leggo dai social che la Junior è alle Final Eight di Coppa Italia, che strada avete affrontato per arrivarci?

«Risultato storico, frutto di un lavoro di formazione, che è passato attraverso una “road map” che parte dallo scorso anno, quando con una squadra di giovani siamo arrivati al quinto posto qualificandoci ai Play Off, e piazzandoci tra le prime 8 squadre d’Italia con l’Under 19. Con duro lavoro quest’anno i ragazzi si sono posizionati dall’inizio del campionato nella parte alta della classifica (secondo posto), che ci ha consentito di giocarci i quarti di finale in casa contro il Velletri e la semifinale, per l’accesso alla Final Eight, contro la prima classificata AP 5. Ora andremo a Policoro per difendere la Campania sfidando le qualificate degli altri 7 gironi di serie B».

Reputa la sua squadra particolarmente forte, vincente quest’anno? Se si, per quale motivo secondo lei?

«Attualmente ricopriamo il 2° posto in classifica e lottiamo per il campionato. La Junior Domitia, si fa rispettare su tutti i campi attraverso il buon gioco, se saremo vincenti lo vedremo a fine campionato, è ancora tutto in ballo».

I prossimi sfidanti in Coppa Italia chi saranno? Squadra da temere?

«I sorteggi di Coppa Italia ci hanno messo di fronte la Montesicuro Tre Colli, una squadra di Ancona che sta facendo il nostro stesso percorso in serie B. Tutte le squadre sono temibili
in questa competizione, sono le migliori d’Italia. Vedremo alla fine come andrà a finire, ma
sicuramente venderemo cara la pelle».

Infine il Presidente della squadra aggiunge: «Quest’anno siamo partiti come lo scorso anno,
senza i favori dei pronostici e li abbiamo ribaltati. La Scuola Calcio sta crescendo, l’Under 19 si è piazzata bene in campionato dopo che l’abbiamo rifondata ed è ripartito il progetto di formazione per far accedere i ragazzi in prima squadra. La Serie B sta lottando per il campionato, (siamo già matematicamente ai play off per la promozione in A2) e lotteremo per la Coppa Italia, credo che di più un Presidente non possa volere».

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE

N°228 –  APRILE 2022

Pubblicità