informareonline-castel-volturno-incendio-in-un-viale-ci-tocca-continuare-a-vivere-cosi
Pubblicità

Oggi verso le 16:00 è scoppiato un incendio in uno dei viali di Castel Volturno. Il fuoco si è propagato molto velocemente in quanto il suolo era circondato da erbacce e piante di vario tipo. Ma, è semplice immaginare come fra quelle erbacce e piante ci fossero anche rifiuti, plastiche e mobili gettati via.

La zona era piccola e il veloce propagarsi del fuoco ha battuto sul tempo il chiamare i pompieri… come se qualcuno ci avesse pensato. È assurdo che, nel bel mezzo di un rogo tossico, in una nube nera e grossa ben visibile nell’aria, delle persone abbiano pensato di sedersi fuori al balcone a godersi la vista.

Pubblicità

Ne siamo a conoscenza da tempo ormai, ma questi piccoli segnali di fronte ad eventi nel vivere di Castel Volturno, fanno capire sempre di più che sono veramente pochi coloro che si impegnano per cercare di cambiare questa realtà.

La maggior parte delle persone preferisce rimanere nel loro angolino al buio, con la paura di esporsi, con la convinzione che ormai sia troppo tardi per fare qualcosa. La parte “sana” di questo piccolo comune ne ha ormai abbastanza di questo comportamento.

È inconcepibile non poter avere una vita normale o pensare che qui non ci sia futuro per i giovani, ma purtroppo è così! Nessuno si impegna per cambiare qualcosa e i pochi che hanno il coraggio e la voglia di farlo vengono anche derisi e presi in giro, appellati come “troppo coraggiosi”. Non ha senso vivere in un comune, qualsiasi esso sia, e non dare il proprio aiuto nel sociale. Non si sta parlando di grandi gesti o continue donazione alle associazioni locali, basterebbe anche solo iniziare dal giusto smaltimento dei rifiuti, dalla cura per le strade e dal chiamare i vigili del fuoco quando si assiste ad un rogo tossico.

Queste cose le sappiamo bene e continuare a ripeterle senza nessuno che ci ascolti dall’altro lato è inutile. Ci tocca quindi continuare a vivere così? E fino a quando esattamente?

informareonline-rogo-2

informareonline-rogo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Iolanda Caserta

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità