Consiglio Comunale

Questa sera, nell’aula consiliare del comune di Castel Volturno si è svolto il Consiglio Comunale e ben 4 consiglieri di maggioranza non si sono presentati. Se anche le minoranze avessero disertato l’aula , sarebbe venuto meno il numero legale ed il consiglio non poteva neanche avere il suo regolare svolgimento. Da quando si è compreso, da parte dei componenti della Lega e di un consigliere di Forza Italia, è in atto un azione di dissenso verso il sindaco Petrella che, a quanto sembra, non abbia accontentato questi ultimi nelle loro richieste assessoriali.

Le azioni di sostegno

Importanti, invece, le dichiarazioni di sostegno da parte del consigliere Peppe Scialla all’azione intrapresa del sindaco Petrella. Un invito, il suo, a resistere e a non cedere a richieste che, oltre agli interessi personali, di politica non hanno nulla. Anche le dichiarazioni di Nicola Oliva e del suo gruppo sono state di grande responsabilità politica e nell’interesse unico della cittadinanza, che ha necessità di essere amministrata.

Il consiglio comunale si è svolto serenamente e i regolamenti sono stati votati all’unanimità per il buon lavoro fatto nelle commissioni. Significativo anche l’intervento del Consigliere Guido Schiavulli del M5S e dei consiglieri Natale e Iovene. Molti, gli interventi di chiara matrice politica (fuori tema rispetto all’ordine del giorno) concessi dal Presidente Marrandino, visto il clima di grande serenità e dialogo.

Un anno di bilanci

Inutile nascondere le difficoltà numeriche che questa maggioranza ha avuto sin dall’inizio, a tal punto che ancora oggi manca la delega al Vice sindaco e altre ancora non completamente delineate. Stando alle difficoltà oggettive che vive il territorio, di tutto si ha necessità tranne che di divisioni di matrice partitica e personali. In futuro sarà difficile che la stessa minoranza possa continuare a fare da stampella all’amministrazione Petrella ed in pratica venire meno al proprio ruolo. Si chiude un anno terribile, per problematiche  di natura straordinaria, ma per il nuovo anno la cittadinanza attende un amministrazione coesa e operativa, che si assuma le responsabilità di amministrare al meglio la città. Buon anno a tutti.

di Tommaso Morlando

Print Friendly, PDF & Email