Castel Volturno, il sindaco chiede intervento Esercito per Destra Volturno e Pescopagano

Il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella ha indirizzato al presidente della regione Campania Vincenzo De Luca una richiesta di intervento dell’Esercito per le zone di Destra Volturno e Pescopagano.

Nella giornata di oggi il sindaco Petrella ha inviato una richiesta di ulteriori interventi al presidente della Giunta regionale della Campania. A preoccupare il primo cittadino di Castel Volturno è la situazione che si vive nei territori di Pescopagano e Destra Volturno, in cui vi è una forte presenza di extracomunitari irregolari che sfuggono ai controlli necessari e che, quindi, potrebbero potenzialmente rappresentare una minaccia qualora non rispettassero le regole igienico-sanitarie, anche individuali.

Il sindaco Petrella ha già fatto formalmente richiesta di maggior intervento alla prefettura, ma stavolta confida anche nella regione Campania per la presenza dell’Esercito in queste aree delicate. Le forze di Polizia municipale e le associazioni, riunite nel C.O.C., stanno già svolgendo un’intensa attività di controllo, ma c’è preoccupazione sul fatto che ciò non basterebbe a coprire in modo efficace tutto il sensibile territorio castellano, formato da variegate realtà sociali. Il sindaco esprime inoltre tutta la preoccupazione nel caso in cui dovesse verificarsi un caso di contagio per “coronavirus” proprio all’interno di queste aree. L’intervento di ulteriori forze, secondo la nota del sindaco Petrella, sarebbe importante per garantire la salute, non solo del comune di Castel Volturno, ma di tutta la regione.

Di seguito la richiesta:

È stata inoltre diramato oggi dal comune un ulteriore comunicato in merito alle maggiori misure di prevenzione alle quali BISOGNA ASSOLUTAMENTE attenersi. Una scelta dettata inevitabilmente dall’irrigidimento delle misure necessarie per contrastare il contagio da “coronavirus” che ha messo in campo lo scorso Dpcm, annunciato dal presidente Giuseppe Conte proprio ieri sera. Il comunicato del sindaco Petrella ricorda anche che i trasgressori si assumeranno tutte le responsabilità penali legate alla violazione di queste regole. Per veicolare maggiormente il messaggio all’interno delle varie comunità straniere presenti sul territorio castellano, il comune ha tradotto il suddetto comunicato anche in lingua inglese. Di seguito il comunicato:

Print Friendly, PDF & Email