Castel Volturno. “Il lungomare non è una discarica”: la denuncia dei Fire Angels

257
Informareonline-castel-volturno-fire-angels
Pubblicità

Facente parte di quella che viene definita la “Terra dei fuochi”, Castel Volturno si macchia quotidianamente di crimini contro l’ambiente come lo sversamento illegale dei rifiuti e i conseguenti roghi tossici che, come più volte è stato sottolineato, diffondono diossina e altri gas inquinanti nell’atmosfera. È stato appurato, nel corso degli anni, che la presenza di questi cumuli di rifiuti causi un importante incremento nello sviluppo delle malattie oncologiche.

Per far fronte a questo tipo di problematiche e risvegliare il senso di civiltà dei cittadini nasce un anno fa, proprio sul territorio di Castel Volturno, l’Associazione Fire Angels. L’attività di Daniela Zuccaro, presidente pro-tempore dell’Associazione, e di tutto il corpo dei Fire Angels, si concentra quindi sulla vigilanza – attiva 24 ore su 24 – del territorio castellano. 

Pubblicità

Nel corso degli ultimi mesi si sono impegnati in un programma di bonifica per ripulire il lungomare di Baia Verde dalla noncuranza dei più. Decine di volontari di ogni fascia d’età si sono impegnati in quest’attività per ridonare dignità a quelli che dovrebbero essere i tratti caratteristici delle nostre zone: il litorale e le spiagge. 

La bonifica del territorio è avvenuta nel corso di cinque appuntamenti a cavallo tra il mese di maggio e quello di giugno contando ben oltre 40 ore di duro lavoro. Nonostante l’impegno dimostrato da una fetta di popolazione – soprattutto di giovane età – i Fire Angels hanno dovuto far fronte all’inciviltà di alcuni castellani che, già nei giorni successivi al primo intervento nella zona, hanno dato prova della mancanza di senso civico e rispetto nei confronti dell’ambiente depositando nuovamente rifiuti nella pineta adiacente al lungomare.  

L’assenza del servizio di pulizia di spiagge e lungomare nel contratto stipulato tra l’amministrazione locale e la ditta che si occupa di raccogliere i rifiuti sul territorio, spinge i Fire Angels oltre che a organizzare azioni di bonifica, anche alla denuncia affinché questo aspetto cambi. Proprio questo forte senso di giustizia ha scosso qualcosa all’interno dell’amministrazione locale che, rappresentata dal Comandante del Corpo di Polizia Locale, Dott. De Simone Domenico, ha deciso di stipulare una convenzione con le associazioni locali che si occupano della salvaguardia del territorio per tutelare e agevolare il loro operato.

La collaborazione si snoda su diversi punti che indicano l’impegno della Onlus all’individuazione e segnalazione agli organi competenti della presenza di rifiuti sul territorio di Castel Volturno e segnalazione di siti ad alto rischio di roghi tossici; una campagna di sensibilizzazione circa la raccolta differenziata, mediante il porta a porta, e con l’allocazione di gazebo informativo; un’attività di monitoraggio delle spiagge libere durante il periodo estivo oltre che la pulizia e il controllo dell’arenile; l’affissione nelle bacheche istituzionali di avvisi, circolari e manifesti – di cui la maggior parte per iniziative culturali –; un’attività di interesse generale circa la presentazione e realizzazione di progetti inerenti all’attività di Protezione Civile finalizzati alla divulgazione della “cultura della Protezione Civile”; e, infine, la tutela di parchi e strutture pubbliche. 

La presidentessa, Daniela Zuccaro e il suo vice, Maurizio Fabiani, si sono dichiarati molto entusiasti «questa convenzione ci permette di intervenire, nel caso in cui c’è un’evidente violazione del rispetto dell’ambiente, con più serenità. Continueremo pertanto a impegnarci, speriamo solo in più collaborazione da parte della comunità» queste le loro parole circa questa convenzione che tutelerà il loro attivismo oltre che affiancarli nei percorsi di vigilanza e denuncia.

di Rossella Schender

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE 

N° 219 – LUGLIO 2021

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità