Castel Volturno, dibattito tra i candidati: le nostre regole

Antonio Casaccio 27/05/2024
Updated 2024/05/27 at 6:35 PM
4 Minuti per la lettura

La risposta di Tommaso Morlando

Negli ultimi giorni sempre più cittadini mi chiedono una risposta al post su Facebook del candidato sindaco Pasquale Marrandino. Quest’ultimo ha lanciato la proposta di un dibattito in diretta tra i candidati sindaco di Castel Volturno, moderato e organizzato dal sottoscritto. Prima di annunciarvi la risposta, è doveroso fare alcune premesse.

All’incirca un mese fa, durante un incontro nella nostra redazione di Informare, la candidata Anastasia Petrella ci ha parlato dell’idea di un confronto pubblico moderato dal sottoscritto. Già in quella sede mi ero mostrato disponibile quantomeno a rifletterci, considerando l’evento come un’occasione per avere degli elettori più consapevoli. La stessa idea mi viene presentata poche settimane dopo anche da Pasquale Marrandino, che nel frattempo rende pubblica questa bella idea.

Ringrazio davvero Anastasia e Pasquale per aver pensato a me, ma purtroppo devo declinare l’invito. Chi mi conosce, sa bene la passione che pongo nell’impegno civico per il nostro territorio. Si tratta di un amore viscerale, che negli anni mi ha portato a seguire con attenzione la vita politica del comune, spesso denunciando quanto di marcio c’era in certe scelte.

Il confronto pubblico può essere utile solo se gestito con profonda imparzialità, ecco perché ritengo che la mia passione politica possa ostacolare una moderazione capace di estraniarsi dalle specifiche vicende territoriali. Ritengo assolutamente positivo svolgere il dibattito, ecco perché ho proposto la moderazione di questo al direttore responsabile di Magazine Informare, dott. Antonio Casaccio.

Nel corso del tempo, Antonio ha posto grande attenzione sulle attività del comune perciò sono certo che abbia tutte le carte in regola per gestire un dibattito tanto complesso. Ne ho parlato con lui e si è mostrato ben disponibile, ovviamente ponendo alla base alcune regole fondamentali.

Lascio a lui la spiegazione delle modalità e dell’organizzazione, ringraziando Anastasia e Pasquale per aver pensato a noi.

Il dibattito: le regole

I confronti tra i candidati sono ormai un format che ha preso piede anche nel nostro Paese, in genere sempre in ritardo rispetto alla comunicazione politica americana.

Sono felice della volontà di Anastasia Petrella e Pasquale Marrandino, ma per un dibattito efficace occorre stabilire delle regole imprescindibili.

La prima condizione necessaria è la partecipazione di TUTTI i quattro candidati sindaco di Castel Volturno. Il rigetto anche di un solo candidato renderà impossibile lo svolgimento del confronto pubblico.

Nella giornata di Martedì 28 Maggio invieremo, via mail e whatsapp, l’invito al dibattito a ciascun candidato, il quale DEVE rispondere entro e non oltre le 48/h dalla consegna della mail/messaggio.

Qualora tutti i candidati rispondessero positivamente, si procederà alla scelta di una data e di un luogo consono ad ospitare il dibattito.

Il confronto NON sarà aperto al pubblico, ma avrà diffusione tramite streaming live e pubblicazione integrale del video postumo sui canali di Magazine Informare (Facebook, You Tube, www.informareonline.com).

Il formato scelto è quello del dibattito all’americana con delle piccole modifiche: sorteggio alle urne per scegliere l’ordine di intervento, cinque argomenti, cinque domande, tre minuti per ogni risposta, 1 minuto di replica da giocarsi in due bonus a scelta, 1 minuto per l’appello finale al voto.

A formulare le domande sarà il sottoscritto.

Confidiamo nel benestare dei candidati, così da contribuire ad un elettorato più consapevole in vista delle elezioni dell’8 e 9 Giugno.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *