Castel Volturno, bersaglieri al Centro Laila: musica e solidarietà

205
informareonline-bersaglieri-al-centro-laila-musica-e-solidarieta-min
Pubblicità

Nella mattinata di venerdì 10 dicembre un gruppo di bersaglieri ha portato tutta la sua solidarietà e sostegno al Centro Laila di Castel Volturno.

Il centro non ha certo bisogno di presentazioni, chi conosce un minimo il territorio conosce anche lo sforzo che questa associazione mette nel tenere impegnati in maniera sana bambini extracomunitari e non. È da tanto che il centro combatte per essere riconosciuto come una realtà di tipo “particolare”, dal momento che nessuno, probabilmente, svolge il loro stesso lavoro in questo paese.

Pubblicità

La presenza dello stato attraverso il corpo dei bersaglieri è di sicuro un grande passo avanti in questa battaglia.  Appena arrivati i militari hanno distribuito generi di prima necessità e giocattoli per i bambini e prima di cominciare uno straordinario e struggente concerto hanno fatto sfoggio di estrema simpatia e disponibilità, sia nei confronti dei bimbi che di stampa e pubblico.

Ai microfoni di Informare il Capo Fanfara, Primo maresciallo Marco De Luci, ha dichiarato: «La nostra presenza è sicuramente fondamentale, dovrebbe fungere da esempio anche per le altre istituzioni e organizzazioni civili. Tutto ciò serve a  fare del bene a bambini che di queste cose hanno sicuramente più bisogno di noi, è bello farlo in particolare durante questo periodo dell’anno, ma il nostro è un’impegno che dura 365 giorni».

Ciò che rimane difficile da raccontare e descrivere è lo stupore e la gioia dei bambini del centro Laila, bambini che assistono al trionfo di trombe, tromboni ed altri strumenti a fiato, strumenti governati da uomini che sono li per loro.

Pubblicità