Castel Volturno, analisi del voto elezioni politiche 2018

Speciale elezioni 2018

Avevo promesso un analisi del voto sul nostro comune di Castel Volturno, ma in realtà c’è poco da dire il risultato è chiarissimo una sconfitta senza appello del partito che fa riferimento a questa amministrazione. Unico comune dei 104 della provincia di Caserta a guida del Partito Democratico e con il sindaco Dimitri Russo.

Nonostante che ultimamente ci sia stata la venuta di Matteo Renzi e Marco Minniti, di Vincenzo De Luca che viene a presentare il Master-plan in una struttura privata, in  una clinica si festeggia l’ampliamento della stessa, che resta una struttura privata e il pubblico c’entra poco.
Vengono Ministri per firmare accordi di programma, investimenti e risanamento ambientale,  ma tutto a porte chiuse, senza la presenza dei cittadini…gli stessi cittadini che NON vi hanno creduto.

Il peggior risultato di tutta la storia della sinistra locale e del PD attuale… ed il risultato negativo va a tutta l’amministrazione, visto che nessuno ha fatto dei distinguo a priori. Ed un silenzio assordante da parte di chi dovrebbe rappresentare questo partito.

Una nota merita il voto di Liberi e Uguali che alla camera ha preso 158 preferenze, meno di quanto prendeva SEL da soli, mentre al senato la candidata Rosalba Scafuro prende 289 preferenze, dimostrando che ha portato un bagaglio personale di ben 131 preferenze, che rappresentano un suo patrimonio familiare e non certo del partito.

La Lega? Non è la prima volta che prende voti a Castel Volturno, che vanno rispettati, come qualsiasi voto, ma occorre comprenderne le motivazioni, e capirne il motivo, analizzarlo e fare autocritica per non averlo saputo leggere e dare risposte.
Di non comprendere il dramma insopportabile che rappresenta l’immigrazione e la mancanza di sicurezza che vivono i cittadini anche se queste responsabilità vanno ben oltre quelle comunali.

Forza Italia che nonostante sia assente dalla scena politica da tempo, e con un opposizione inesistente, prende comunque un consenso che va solo al partito e che magari Fratelli d’Italia seppur più attiva, non ha saputo intercettare.

Infine il trionfo del Movimento 5 Stelle …oltre il 50%, un risultato che rispecchia il trend di tutto il sud e della Campania in particolare. Una voglia di cambiamento che parte dal basso, che vuole una politica senza partiti, che sia dei cittadini attivi e che finalmente libera da pressioni esterne è stata premiata. Ma attenti, adesso tocca essere responsabili di questo voto, saperlo gestire a carattere locale, organizzarsi sul serio, uscire allo scoperto, avere voce per fare proposte e creare la futura alternativa… se ciò non avviene, conta poco vincere alle nazionali. Ma resto convinto che ci siano giovani ed energie qualificate per dare un futuro a questa città.

Da oggi è iniziata la Terza Repubblica e da questo momento nulla sarà più uguale.

Castel Volturno - Voti Camera dei Deputati
Castel Volturno – Voti Camera dei Deputati
Castel Volturno - Voti Senato della Repubblica
Castel Volturno – Voti Senato della Repubblica

di Tommaso Morlando

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda l'associazione "Centro Studi Officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani, ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.