Castel Morrone, buon compleanno Casa Betania

96
casa betania castel morrone
Pubblicità

L’associazione Casa Betania di Castel Morrone compie 13 anni

L’idea di Emilia Genzano, attivista del paese di Castel Morrone, era quella di stare al fianco e aiutare i tanti ragazzi e ragazze che avevano smarrito il contatto con la socialità.

Pubblicità

Da questa spinta alla comunità sociale, Emilia si decise nel 2009 a dar vita ad un’associazione che potesse accogliere chiunque volesse, ma in più,  che fosse in grado di lanciare un invito ai più timidi o ai più distanti per concause varie.

Così l’associazione Casa Betania nacque il 16 aprile, giorno votato alla venerazione di S. Bernadetta da Lourdes, e divenne affiliata dell’ ANSPI, ovvero dell’Associazione Nazionale San Paolo Italia.

Questa storica associazione nacque durante il Concilio Vaticano II con la benedizione del Beato Paolo VI, all’interno dell’humus degli oratori bresciani.

E l’ANSPI si è sempre proposta di dare forma istituzionale al principio dell’educazione integrale che pone al centro la persona umana e le sue relazioni.

Emilia ha fatto suo questo proposito e si è offerta come collante per tante persone, che si sono riscoperte non più individui ma membri di una famiglia più grande; una famiglia sempre disposta a dare una mano quando ce ne fosse bisogno.

Con i primi proventi maturati dall’associazione, fu realizzato il sogno di una ragazza: visitare il santuario di Lourdes. Un’ esperienza condivisa insieme dai tanti ragazzi che vi parteciparono.

Come spiega la stessa Emilia: «socialità per noi significa accoglienza ma anche condivisione di un percorso comune come membri di una sola e grande famiglia».

In seguito, nacque il gruppo Trekking Castel Morrone e fu l’occasione per riscoprire le bellezze paesaggistiche del paese casertano e riportare l’individuo in contatto con la Natura, spesso deturpata e avvelenata da chi aveva perso per essa ogni sorta di rispetto.

Con gli anni furono attuati interventi di pulizia e riordinamento di percorsi naturalistici e tappe escursionistiche.

E l’entusiasmo del gruppo trekking per il bello e il verde del paese si irradiò fra i concittadini e coinvolse a partecipare nuove persone.

Nella giornata di ieri, giovedì 2 giugno, l’associazione ha festeggiato il suo 13esimo compleanno – festa rimandata dal 16 aprile a causa del virus -e ha invitato i propri iscritti a partecipare a una giornata di festa.

Presente anche il sindaco, Cristoforo Villano, il quale ha espresso la propria gratitudine verso l’associazione che educa ai valori di rispetto e cura ambientale.

Dopo l’escursione svolta lungo il Sentiero del Mirto, il gruppo si è ritrovato in aperta campagna per degustare piatti tipici locali e godere della serena frescura di un tramonto estivo, fra gli odori del fieno e del verde campestre e le prime lucciole che hanno brillato al calar del sole.

Pubblicità