Casertana – Foggia: vittoria dei falchi dopo una serata di follia al Pinto

Marco Ciotti 05/12/2023
Updated 2023/12/05 at 12:55 AM
7 Minuti per la lettura
https://it-it.facebook.com/casertanafootballclub/

Allo Stadio Pinto la Casertana batte il Foggia per 2 a 1, nel match valido per la sedicesima giornata di Lega Pro. I Campani vengono dal successo per 1 a 0 contro il Taranto. Gli ospiti, invece, hanno perso per 2 a 1 l’ultima partita, giocata contro il Latina. Da segnalare momenti di pura follia allo Stadio Pinto caratterizzati da scontri tra le due tifoserie: ci sono stati infatti dei pesanti scontri e momenti di tensione all’interno del settore degli ultras del pubblico di casa, che avrebbero rotto i cancelli riversandosi sul terreno di gioco per entrare a contatto con i tifosi foggiani.

Primo tempo: La Casertana incanta il Pinto

I Falchetti schierano il 4-3-3: Venturi, Anastasio, Sciacca, Celiento, Calapai; Toscano, Proietti, Matese; Curcio, Montalto, Tavernelli.

La squadra di casa gioca piuttosto alta: in fase offensiva porta molti uomini in attacco, con Anastasio e Calapai a spingere sulle fasce, Montalto e Curcio ad occupare le zone centrali e Tavernelli a gravitare intorno a loro; in fase difensiva la formazione di Cangelosi accetta gli 1 contro 1, comunque piuttosto rari grazie a una difesa attenta a fermare ogni contropiede. Le mezzali Toscano e Matese partecipano attivamente

I rossoblù sono subito pericolosi e si fanno subito vedere dalle parti della porta avversaria. Al 5′ Proietti trova Montalto che si libera bene dalla marcatura: il centravanti non mette giù benissimo il pallone e prova una violenta conclusione col mancino, scheggiando la traversa. Al 9′ altra azione pericolosa: Anastasio riceve sulla fascia ed entra in area; il terzino supera l’avversario con un efficace sombrero e prova la conclusione col destro; tiro che non trova per poco lo specchio della porta.

La Casertana non smette di attaccare: Toscano crossa ma il pallone è troppo lungo per essere preso in area di rigore; trova allora Calapai, che scarica per Tavernelli; il numero 11 calcia di prima, il portiere si oppone ma Montalto raccoglie la respinta e col destro deve solo battere a rete. 1 a 0 al 26′. I Falchetti non calano d’intensità dopo la rete del vantaggio; la squadra schiaccia gli avversari e chiude loro qualsiasi spiraglio per le ripartenze.

Il Foggia respinge malissimo il cross di Toscano: il pallone raggiunge Curcio che col mancino prova dal limite dell’area: il portiere non riesce a parare la conclusione, è 2 a 0 al 38′. Al 45+6′ errore incredibile di Sciacca: su calcio d’angolo la sponda aerea di Anastasio raggiunge Sciacca che, quasi sulla linea di porta, in acrobazia spara alto sopra la traversa. Il primo tempo si chiude sul 2 a 0.

Secondo tempo: brividi finali

Il secondo tempo tarda a cominciare a causa degli scontri tra il settore ospiti e i distinti. Dopo alcuni minuti è richiesto l’intervento della polizia per ristabilire l’ordine, a causa di alcuni tifosi del Foggia che hanno scavalcato la barricata e hanno raggiunto i tifosi Casertani. Anche i sanitari sono chiamati ad agire per soccorrere alcuni feriti. Dopo un lungo lasso di tempo il gioco riprende. Il Foggia ha la sua prima occasione al 48′, con Venturi che a tu per tu con l’attaccante non sbaglia l’intervento e salva la squadra. Padroni di casa che sembrano ora meno lucidi e non riescono a costruire in questi primi minuti di gioco.

Al 54′ grosse proteste da parte di Anastasio per un tocco di mano nell’area di rigore avversaria da parte di un difensore, ma l’arbitro giudica il contatto involontario. La partita è in sostanziale equilibrio, senza particolari occasioni da parte delle due squadre. L’unico nella ripresa a risultare pericoloso per i Falchetti è Tavernelli con le sue accelerazioni; al 79′ impegna il portiere con una conclusione rasoterra sul secondo palo.

All’82’ esce Montalto ed entra Cadili.

All’83’ il portiere ospite compie un doppio intervento: respinge il tiro di Tavernelli e salva la porta dalla ribattuta di Calapai. Nonostante la Casertana sembrasse in controllo del match, il Foggia riapre i giochi: palla tesa in area che trova l’anticipo dell’attaccante; all’88’ è 2 a 1. I rossoblù ora tremano e si difendono dalle incursioni avversarie. Sulla ripartenza dei Falchetti, Tavernelli scappa in velocità, costringendo il difensore a intervenire: doppio giallo ed espulsione al 90+2′. Il triplice fischio arriva dopo 3 minuti di recupero.

Una grande prestazione offensiva

La Casertana trionfa per 2 a 1 e lo fa esprimendo un grandissimo calcio. Nel primo tempo, la squadra ha creato tantissime occasioni da rete e non ha commesso particolari errori. Montalto e Curcio sono stati bravi a realizzare i loro rispettivi gol e hanno partecipato attivamente alla costruzione delle azioni, dialogando con il centrocampo oppure occupando l’area di rigore. Anastasio e Calapai hanno spinto con forza sulle fasce, servendo tanti palloni ai compagni o anche mettendosi in proprio. Il migliore in campo però è stato sicuramente Tavernelli, l’unico con un ottimo rendimento lungo tutti i 90 minuti; con forza e velocità, ha messo in grande difficoltà portiere e difensori; al giocatore è mancato solo il nome sul tabellino dei marcatori.

Il secondo tempo è stato sicuramente inferiore al primo: prestazione influenzata dalla spiacevole situazione creatasi sugli spalti e dalla lunga attesa prima dell’inizio della ripresa. Ciò non toglie che gli uomini di Mister Cangelosi hanno dimostrato ancora una volta di saper essere pericolosi in fase offensiva, mandando un segnale chiaro alle difese di tutto il girone.

La classifica aggiornata

La Casertana raggiunge il terzo posto a quota 30 punti, a -5 dalla vetta. Il Foggia rimane invece a 21, scendendo al dodicesimo posto. La prossima sfida per i Falchetti sarà in trasferta Venerdì 8 Dicembre contro il Picerno, al secondo posto a 32 punti.

Pagelle Casertana

VENTURI 6.5

CALAPAI 7

SCIACCA 6.5

CELIENTO 6.5

ANASTASIO 7

MATESE 6.5

PROIETTI 6.5

TOSCANO 7

CURCIO 7.5

MONTALTO 7.5 (82′ CADILI S.V.)

TAVERNELLI 8

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *