informareonline piazza carlo di borbone manifestazione studenti caserta

Caserta: studenti e studentesse contro la guerra in Piazza Carlo di Borbone

Leda Tonziello 05/03/2022
Updated 2022/03/05 at 4:11 PM
3 Minuti per la lettura

Gli studenti, gli operatori scolastici tutti, esprimono la loro ferma condanna verso lo Stato russo e le sue azioni belliche. È un grido di dolore che si solleva unanime contro la guerra e le brutali modalità con cui si sta perpetrando uno scempio indicibile che ha visto già la morte orrenda di tanti civili, nonché di bambini inermi.

L’iniziativa 

La dirigente scolastica dottoressa Antonella Serpico si è fatta promotrice di attività di sensibilizzazione degli studenti. Ella è fermamente convinta che l’educazione sia l’unica modalità adeguata a far comprendere l’importanza di difendere la pace e la solidarietà.
La riflessione parte dall’articolo 11 della nostra carta costituzionale dove si afferma che: “l’Italia rifiuta la guerra come mezzo di offesa“. I padri costituenti avevano vissuto l’orrore della guerra e ben sapevano le conseguenze dello scontro bellico. Ad oggi poi gli Stati sono muniti di armi di distruzione di massa e pertanto maggiormente risulta indispensabile trasmettere ai giovani, agli studenti, i valori fondamentali che sorreggono le democrazie ed il valore della pace. Solo la formazione culturale volta rispetto della vita umana può portare all’effettivo ripudio della guerra perché, come diceva Popper, “ogni qualvolta muore un uomo è un universo che si distrugge chiudi le virgolette”. L’augurio e che grazie all’azione della diplomazia si possa superare l’oscurità che ha avvolto la terra e ritornare alla pace che la avvolge di luce.

Le dichiarazioni

Tante associazioni e Sindaci presenti: «Ci troviamo ad affrontare un’emergenza al giorno. Già in queste ore molti Ucraini in fuga dalla guerra stanno raggiungendo i loro familiari e amici che da anni lavorano e vivono qui da noi. Si rende necessario organizzarsi per affrontare questa urgenza. Tutti i presenti si sono dichiarati disponibili a dare il proprio contributo. Abbiamo registrato iniziative spontanee di solidarietà da parte di nostri concittadini, che ancora una volta dimostrano come il nostro sia un popolo generoso e solidale. Resterà attivo il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) per far fronte alle prossime richieste». Così dichiara il sindaco Renato Natale di Casal di Principe.
«È stato fatto un appello alla cittadinanza di Aversa , accoglienza diffusa per tutti coloro che hanno possibilità di accogliere nella propria abitazione o abitazione libera donne con bambini in arrivo dall’Ucraina», ci spiega Golia il Sindaco di Aversa.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *