Caserta, rione Vanvitelli: “Caserta Decide” denuncia la presenza di amianto

101
Informareonline-Rione-Vanvitelli
Pubblicità

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Caserta Decide sullo stato di abbandono del rione Vanvitelli di Caserta.

“A seguito di une delle nostre passeggiate settimanali, occasioni di incontro di Caserta Decide con i cittadini, che ha interessato questa volta il rione Vanvitelli, abbiamo riscontrato delle situazioni di degrado e di estremo pericolo per la salubrità dei residenti del Rione, oltre alla solita incuria e scarsa manutenzione a cui questa Amministrazione ci ha abituato in particolare nei riguardi delle periferie urbane.

Erba alta due metri, aree comuni abbandonate, il campo di calcetto, appena inaugurato, chiuso e con una rete di recinzione già manomessa, per lavori evidentemente fatti male, ma accuratamente commissionati e pagati. Per questo oramai i cittadini si sentono abbandonati e anche rassegnati, tante sono state le segnalazioni all’Amministrazione comunale ed agli organi competenti, che ovviamente non hanno contribuito a risolvere alcun problema denunciato.

Pubblicità
Ma quello che non abbiamo potuto fare a meno di denunciare alle autorità competenti (Asl, Polizia municipale, Carabinieri) è stato in particolare l’abbandono di diverse lastre di amianto, cadute sicuramente dai tetti del condominio, avvolte da buste rotte di plastica della polizia municipale, evidentemente già intervenuta e incapace di mettere in sicurezza il posto. Infatti, tali lastre sono facilmente raggiungibili dai residenti e da chi si trova a passare in quella zona, e costituiscono sicuramente un pericolo per la salute degli abitanti ma anche per la sicurezza dei tanti bambini che giocano in quell’area. In attesa che adesso le autorità coinvolte, ed in particolare il Comune, provvedano ad eliminare i problemi denunciati, e non solo perché siamo in campagna elettorale, Caserta Decide sarà vigile ancora per tutelare la salute dei cittadini ed il decoro urbano delle periferie come del centro città.”
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità