Caserta, Premio Buone Notizie: il riconoscimento alla biblioteca del Seminario Vescovile

75

Oggi pomeriggio, a partire dalle 16.30, presso la sala biblioteca del Seminario Vescovile di Piazza Duomo a Caserta si terrà la tredicesima edizione del Premio Buone Notizie. All’edizione del 2022 saranno presenti Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport/Stadio, Angela Frenda, direttore di “Cook” e Alberto Ceresoli, direttore de “L’Eco di Bergamo”. Il riconoscimento è l’unico in Italia a premiare non solo l’informazione corretta e completa, ma anche quella riguardante la normalità positiva della società.

Il Premio

I vincitori sono stati annunciati lo scorso gennaio a Caserta, durante la messa per San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. La consegna del riconoscimento e l’incontro coi giornalisti, inoltre, avviene durante la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. Michele De Simone e Luigi Ferraiuolo, presidente e segretario del Premio Buone Notizie, hanno spiegato che quest’anno sono usciti tre filoni straordinari di giornalismo costruttivo. “Con Ivan Zazzaroni premiamo chi ha saputo interpretare il 2021 come l’anno dei grandi trionfi dello sport azzurro; con Angela Frenda, invece, le buone notizie del territorio e della cucina che hanno reso più leggero un periodo cupo. Infine, con Alberto Ceresoli e Giacinto Gambellini premiamo la resilienza di Bergamo contro il Covid”.

Pubblicità

Il Premio, infine, è organizzato dal Comitato omonimo e gode del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti nazionale e della Campania, della FISC (Federazione Italiana settimanali cattolici italiani) e del Sindacato dei giornalisti campani. Tra i partner e i media partner figurano il “Il Corriere Buone Notizie del Corriere della Sera”, “Il Mattino”, “Famiglia Cristiana”, “Tutto il bello che c’è-Tg2 Rai”, “TV 2000” e “InBlu200 radio”. Tra le partnership vi sono anche Confindustria Caserta, il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop e la Bcc San Vincenzo De Paoli Terra di Lavoro.

Pubblicità