Caserta, un premio per i “Bambini Speciali”

disabilità

Domani, martedì 19 settembre, alle ore 17, presso il Gran Caffè Margherita a Caserta, Agnese Ginocchio (rappresentante del Movimento Internazionale della Pace) premierà con un attestato di merito l’associazione Bambini Speciali di Orta di Atella, in provincia di Caserta. «Questo è un paese che fa fatica a pensare in termini di ‘tutti’, che non riesce neppure ad arrivare al ‘noi’: un paese dove la furbizia sopravanza spesso l’onestà. Dopo tanti anni di vita, ho capito solo una cosa: che l’unica vera disabilità è quella del cuore, è quella di chi ha e non dà, è quella di chi potrebbe fare e non fa», afferma la Ginocchio.

Un momento di festa ha avuto luogo già nel primo fine settimana di settembre ad Orta di Atella, per iniziativa dei genitori dei bambini speciali e ha visto l’esibizione artistica di tanti personaggi del mondo dello spettacolo, giornalistico, sportivo, associativo, sociale, oltre che di  singoli, e la partecipazione straordinaria di Nicola Mora, ex calciatore del Napoli. L’associazione Bambini Speciali, insieme a Michele Pisano, Francesco Canciello e Vincenzo Russo, è particolarmente sensibile al mondo dell’autismo e della disabilità. «Se siamo qui è perché qualcuno prima di noi ha avviato un percorso per il riconoscimento dei diritti. Ora questi diritti sono sulla carta e sta a noi ogni giorno ricordare le valide ragioni di queste persone alle istituzioni e ai cittadini: se nessuno bussa alla porta per chiedere tali diritti, c’è infatti il rischio serio di tornare indietro, il rischio che siano percepiti come non necessari», afferma Pisano, che sottolinea la necessità di «imparare il valore della debolezza e della vulnerabilità», cercando anche dalla scuola l’impegno per questi ragazzi «dalle fasi iniziali a quelle avanzate dell’esistenza, lavorando su tutto quello che sta nel mezzo, cioè sull’età adulta. Occorre sfruttare le competenze, le capacita, le intelligenze perché esse fanno parte della crescita economica e produttiva del nostro paese. Bisogna, inoltre, trovare una nuova strategia di inserimento professionale per questi ragazzi».

di Teresa Lanna
amoreperlarte82@gmail.com

About Teresa Lanna

Laureata in “Lingue e Letterature Straniere” nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in “Arte Teatro e Cinema” presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.
Tra le sue più grandi passioni, l’Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia.
Grande sostenitrice dell’Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale.
In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.