Caserta perde i fondi destinati al sociale

Il Consigliere Emiliana Credentino chiede le dimissioni dell’Assessore Maria Giovanna Sparago

102

A seguito dell’interrogazione comunale condotta dal Consigliere Emiliana Credentino per Caserta nel Cuore, il giorno 6 marzo 2019, sono state rese pubbliche dal Comune di Caserta le motivazioni che hanno portato alla perdita dei fondi destinati ai disabili e alle famiglie in difficoltà. In particolare si parla del “Programma regionale di assegni di cura per disabili gravissimi e disabili gravi”; “Nidi e micro-nidi: voucher di servizio” finalizzato all’erogazione di voucher per l’acquisto di posti in nidi e micro-nidi, rivolti alle famiglie con bambini di età compresa tra gli 0-36 mesi; il progetto “S.V.O.L.T.E. Superare la Violenza con Orientamento, Lavoro, Tirocinio, Esperienze formative ” destinato alle vittime di violenza.

Per tutti i progetti sopra citati il comune di Caserta risulta essere capofila per una cifra sottostimata di centinaia di migliaia di euro.

«Le giustificazioni ufficiali per la perdita di tali finanziamenti sono peggiori dei dubbi che ci ponevamo» afferma Emiliana Credentino, infatti, risulta che una proposta non sia pervenuta a causa dell’assenza di un funzionario in ferie, o ancora, un altro atto non sia stato inviato al destinatario a causa dell’indirizzo e-mail scritto male. « Si tratta di fatti gravissimi per i quali si sta cercando di scaricare le colpe su funzionari e dirigenti » ha continuato l’assessore « ma gli errori commessi sulla pelle dei disabili e delle famiglie in difficoltà da parte del Comune di Caserta sono talmente penosi che dovrebbero portare alle dimissioni immediate dell’Assessore alle Politiche Sociali Maria Giovanna Sparago ».

A conclusione dell’interrogazione, il consigliere Credentino ha proposto l’istituzione di « un osservatorio comunale sulla vita delle persone con disabilità, previsto dalla legge 328/2000 per avere un maggior confronto con le associazioni di categoria, che già operano al meglio sul nostro territorio».

informareonline-interrogazione-Credentino