Caserta, parte il progetto screening HIV: oggi alle 18.45 la presentazione

Informareonline-HIV-min

Al via il progetto screening HIV (Checkpoint) che partirà nei prossimi giorni e che darà la possibilità ai cittadini, nei territori di Caserta, Castel Volturno e Avellino, di effettuare test rapidi e gratuiti dell’HIV e della Sifilide. 

La presentazione del progetto, che si terrà ovviamente da remoto per rispettare tutte le norme anti-covid, è programmata per questo pomeriggio alle ore 18:45, in occasione della celebrazione della 32esima Giornata mondiale contro l’AIDS, e sarà possibile prenderne parte mediante una diretta in streaming online sulle pagine social delle associazioni promotrici.
Anche la redazione di Informare sarà presente in videoconferenza, con la partecipazione e l’intervento del direttore Antonio Casaccio, che insieme agli altri partecipanti, oltre a discutere del progetto Checkpoint, tratteranno questioni riguardanti AIDS, HIV e altre malattie e infezioni sessualmente trasmissibili.
Inoltre, saranno in videochiamata: prof.ssa Lucia Monaco – assessora alle Pari Opportunità del Comune di Caserta e delegata per la Terza Missione e Promozione del Territorio dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, prof. Guglielmo Borgia – responsabile scientifico del Centro di Riferimento AIDS Regione Campania – (CeRifARC) invitato, Bernardo Diana – presidente di Rain Arcigay Caserta ODV, dott.ssa Mara Festa – psicologa e responsabile per di Apple Pie Avellino, Antonio Reccia – presidente Street Flowers Relief, Fausto Napolitano – Ufficio Strategie per la campagna di comunicazione.
Al progetto aderiranno anche due medici, il dott. Niccolò Piazza e la dott.ssa Valentina Coluccino, ai quali sarà possibili fare domande proprio su questi tipi di malattie.
La celebrazione della XXXIII Giornata contro l’AIDS si completerà con la presentazione del libro di Alfonso Reccia “Fiori di strada: la tratta delle donne in Italia”, che tratta della prostituzione nelle province di Caserta e Napoli e dell’impegno del volontariato.

Il progetto è stato promosso da Rain Arcigay Caserta in qualità di ente capofila e di “Apple Pie: l’amore merita LGBT+” e “Street Flowers Relief” come partner, e finanziato dalla Regione Campania con fondi statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e con un ulteriore finanziamento di Gilead Sciences con il Community Grants Program.

“Siamo felici di inaugurare questo progetto, in una giornata che ha un’importanza elevatissima, essendo la Giornata mondiale contro l’AIDS. La prevenzione e la conoscenza sono fondamentali. In un momento di emergenza come questo che stiamo vivendo, dove molti servizi sanitari sono sospesi o carenti, è il volontariato, il terzo settore a dover essere presente e affianco ai bisogni delle comunità. Noi ci siamo”, queste le parole di grande entusiasmo di Francesca Merolle, segretaria di Rain Arcigay Caserta.

di Donato Di Stasio

Print Friendly, PDF & Email