Caserta, Federica Flocco presenta “Mia”: una storia di donne contro la violenza

Mia di Federica Flocco

Ci sono problemi che attanagliano la nostra società e la cui risoluzione sembra essere un miraggio. Se, da un lato, non ci sono concrete possibilità di guarigione per queste piaghe sociali, dall’altro si può, però, tentare di trovare delle strategie per prevenirle o, quanto meno, ridurne la diffusione. Ci sono mezzi molto utili e semplici per fare tutto questo: i media danno senz’altro il proprio contributo, ma, talvolta, sembrano paradossalmente contribuire più a creare ulteriore panico che a rasserenare le vittime ed i loro familiari, attraverso la descrizione fin troppo particolareggiata di ciò che è avvenuto, con l’unico obiettivo, magari, di “fare audience”.

Un metodo molto più efficace è invece quello di parlarne, nell’ambito di un incontro a tema corredato, perché no, dalla lettura di un testo che miri a focalizzare ancora di più l’attenzione sul problema trattato e a far riflettere. Lo farà, il prossimo giovedì 9 novembre, l’Associazione culturale Agorà libera insieme all’Associazione Teatrale Orgoglio Napoletano nell’ambito della rassegna Novembre mese contro la violenza sulle donne e contro il Femminicidio. Nel corso dell’evento, che avrà luogo alle ore 18:00 a Caserta, in Corso Trieste 62, presso l’Atelier dell’Arte del Maestro Sergio EccomiFederica Flocco presenterà il suo affascinante lavoro, MIA, una storia di donne.
Durante la serata, la poetessa Imma Aldi leggerà alcune sue poesie tratte dalla raccolta Sopra il mio corpo.

Che tutte le donne trovino la forza di scatenarsi, difendendo i propri diritti, semplicemente parlandone con coraggio.

di Teresa Lanna

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.