Casal di Principe, la cultura come antidoto contro la camorra

Casal di Principe, inaugurata biblioteca comunale

“La cultura come antidoto contro la camorra”, con questa premessa e con grande partecipazione di pubblico interessato all’evento culturale, è stata inaugurata questa mattina a Casal di Principe la nuova biblioteca comunale “Il Grillo parlante“.

Alla presenza delle scuole è stato avviato un percorso di ricostruzione e rinascita del territorio. A stretto giro di tempo partiranno iniziative di lettura animata e di coinvolgimento della cittadinanza.

Nella sala consiliare del Municipio di Casal di Principe, seduti l’uno di fianco all’altro i due Sindaci che hanno permesso questo “passo verso la normalità”: il primo cittadino di Casal di Principe, Renato Natale e il suo “collega” di Solesino, comune della provincia di Padova di circa 7000 abitanti, Roberto Beggiato, che ha donato 1300 libri che per adesso faranno parte della biblioteca comunale.

Vi è stata una grande partecipazione da parte di cittadini casalesi ma anche dei Comuni limitrofi che hanno voluto essere presenti al taglio del nastro di quello che deve diventare “un luogo di cultura che serva anche alla popolazione per poter leggere un libro in tranquillità o comunque per vivere qualche ora di relax”, come proferito dal Sindaco Natale, che poi ha lasciato la parola a Beggiato, capo dell’esecutivo di un piccolo Comune della provincia di Padova, che ha sottolineato “l’importanza di una iniziativa nata quasi per caso e che oggi rappresenta invece una luce di speranza”.

La biblioteca comunale sarà aperta, per ora, durante gli orari di ufficio comunali e sarà gestita dai ragazzi del Servizio Civile che hanno già fatto un grande lavoro catalogando tutti i libri. In futuro si spera di trovare i fondi necessari per poter avere una vera e propria bibliotecaria e quindi aprire più ore al giorno la biblioteca alla popolazione.

di Antonino Calopresti