Domenica 17 marzo presso Il Palazzo Reale di Napoli sarà possibile rivivere le atmosfere sfarzose del carnevale borbonico con il distretto culturale Sitireali.

Sitireali si propone di far riscoprire le proprie radici al “popolo delle due Sicilie” attraverso percorsi culturali incentrati sul periodo d’oro dell’illuminismo napoletano. In questo contesto, il Carnevale rappresenta l’occasione per rievocare i festeggiamenti del periodo.

Una ricorrenza antichissima, originaria del mondo pagano e poi assorbita da quello cristiano.

È la festa in cui trambusto, maschere e sfarzo accompagnano il periodo di “rovesciamento” sociale e rinnovamento durante il quale il caos sostituiva l’ordine.

Alla corte napoletana dei Borbone il Carnevale era una delle feste più attese durante la quale Napoli diventava “paese della cuccagna”: piazze e strade venivano ricoperte di ricchi banchetti con prelibatezze di dolci, salami, selvaggina e prodotti agricoli.

Tutt’intorno si svolgevano i festeggiamenti di dame, cavalieri, musicanti, popolo e attori impegnati in vari spettacoli pieni di divertimenti anche per i bambini.

In questa allegra ricorrenza, Sitireali propone un percorso attraverso il Teatro San Carlo e la Biblioteca Nazionale oltre al Palazzo Reale, dove poter riscoprire e rivivere le grandi feste e cerimonie a cui prendeva parte la famiglia reale e il fiore della nobiltà del regno durante il Carnevale.

 

Print Friendly, PDF & Email