Carl Nassib, primo coming out nel football americano

172
Informareonline-nassib
Pubblicità

Carl Nassib, difensore dei Las Vegas Raiders, ha deciso di fare coming out tramite un video sul suo profilo instagram. Il giocatore è stato il primo nella storia di questo sport a dichiararsi omosessuale, dando finalmente un’idea del football americano diverso. Sport visto troppo spesso come rappresentativa della mascolinità vera e propria.

LE DICHIARAZIONI DI NASSIB
“Volevo solo prendermi un momento per dirvi che sono gay. Era da un po’ che avevo intenzione di farlo, ma finalmente oggi mi sento abbastanza a mio agio da togliermi questo peso dal petto”. Inizia così il video in cui Carl Nassib annuncia al mondo la sua omosessualità. Manda un messaggio forte l’atleta dei Raiders, traccia una strada da seguire, l’inizio di un continuo assalto alla normalità anche nel mondo dello sport. Perché chi è gay dovrebbe render meno o creare problemi all’interno di uno spogliatoio? Nassib nel video spiega come il suo messaggio voglia essere di supporto anche alla comunità LGBT (che difende l’orgoglio, la diversità, l’individualità e la sessualità) affinché nessun atleta debba più nascondersi. “Farò del mio meglio per favorire una cultura che accetti tutti e che sia tollerante”.

Nassib inoltre ha rivelato di aver donato 100mila dollari all’associazione The Trevor Project, la quale si occupa di prevenzione del suicidio e intervento di crisi per i giovani LGBT.  Fondamentale a tal proposito per lui, l’appoggio di parenti, amici e anche degli altri giocatori: “Non sarei stato in grado di farlo senza di loro. Fin dall’esordio sono stato accolto dai compagni con il massimo rispetto e accettazione. Non conosco tutta la storia dietro la nostra coraggiosa comunità LGBT, ma sono desideroso di imparare e di aiutare tutti a continuare la lotta per l’uguaglianza e l’accettazione”.

Pubblicità

Il difensore dei Raiders ha trovato subito l’appoggio del suo club, il quale ha manifestato tutto il proprio orgoglio per il coraggio del proprio tesserato. Parole al miele anche da parte del CEO della NFL che ha appoggiato la scelta del giocatore. “Condividiamo le sue speranze, e speriamo che dichiarazioni di questo tipo non siano più degne di nota mentre marciamo verso la piena uguaglianza dei diritti della comunità LGBT”. Hanno tweettato per lui anche diverse icone dello sport, come Collins, primo giocatore Nba a fare coming out.

di Alessandro Robustelli

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità