L’incantevole isola di Capri, una terrazza che affaccia sul mare, una chitarra, un violino, una calda voce partenopea quale perfetta cornice di un connubio da festeggiare tra lo chef Corrado Parisi e l’imprenditrice Antonella Tizzano. Madrina d’onore l’attrice Veronica Mazza che, quest’anno, la vedrà protagonista anche di uno spettacolo teatrale, scritto e diretto da Edoardo Tartaglia. «Capri è come una seconda casa per me – racconta – a quest’isola sono legata per tanti ricordi con mio marito e su questa stanno crescendo i miei figli. Credo che l’idea geniale di Antonella di aprire al mondo questa meravigliosa terrazza del relais Maresca apre un’altra porta che mette in connessione, con grande cura ed eleganza, gli spazi d’eccellenza di quest’isola. Antonella ha osato con coraggio in un momento difficile. Ma è una donna e questo valore aggiunto, le porterà fortuna». Quanta forza deve avere un giovane per intraprendere la strada del teatro e diventare un grande attore oggi, le chiediamo.

Ingresso della Terrazza
Ingresso della Terrazza – Photo credit Carmine Colurcio

«Chiunque voglia cimentarsi in questa professione deve avere una grande forza e deve sapere che affronterà anni di grande successo come periodi di buio. Deve dunque prepararsi ad un mestiere fatto di alti e bassi. Occorre passione ma anche una grande determinazione. Nei vuoti stagionali deve saper investire su se stesso preparandosi con tanta cultura e tanto studio. Oramai, le porte sono aperte a tutti e proprio per questo motivo occorre essere davvero bravi per fare la differenza. Credo inoltre, sia importante rimanere sul proprio territorio. È inutile andare tutti a Roma, non più grande bellezza ma sempre più depressa ed avvilente. Si sta molto meglio a Napoli».

Antonella Tizzano, promotrice del connubio culinario in una tale cornice, propone uno chef stellato, dalla cucina ricercata e particolare che utilizza esclusivamente prodotti del territorio, da lui scelti, e capaci di esaltare al meglio profumi, colori e sapori del posto. «Conosciuto lo chef, l’ho invitato su questa terrazza ed appurato che le sue emozioni coincidevano con le mie, gli ho proposto di aprire una cucina su questo palcoscenico sospeso sul mondo». Emozioni confermate dallo chef Corrado Parisi che, benché in trattativa per un altro incarico in costiera, è stato folgorato da Capri e dalle sue bellezze tanto da cedere all’istante. «Per me Capri è una finestra sul mondo, una finestra sul mare che abbraccia tutto il mondo. La mia è una cucina mediterranea, che strizza l’occhio alle origini ma tende a tecniche all’avanguardia ed è molto attenta ai valori nutrizionali, una cucina salutare. La mia cucina esalta il regno delle due Sicilia e con questa ho riunito la Campania e la Sicilia. Oltre le mie ricette con piatti già sperimentati, ho in mente dei cavatelli al limone con vongole, capperi, pomodorini al forno, gamberi e basilico  croccante. In questo modo abbiamo riunito due culture: cavatelli alla greca, siciliano, con la pasta alle vongole alla napoletana. Nasce un piatto caprese, molto profumato e colorato. Parimenti per il Capri Spritz: è una bevanda fresca che racchiude i colori ed i sapori della magica Capri. Ho girato il mondo ma credo che rimarrò a Capri».

di Annamaria La Penna
Foto di Carmine Colurcio