informareonline-Auris
Pubblicità

Secondo le ultime ricerche, dopo l’avvento del Covid, si prospetta l’arrivo di un ‘’super fungo’’ resistente ai farmaci. Anni fa ci furono segnalazioni di come, il Candida auris, riuscirebbe facilmente a diffondersi tra i pazienti.

Il fungo è stato identificato in pazienti ricoverati all’ospedale Salem Health, secondo l’Oregon Health Authority. Il primo caso è stato scoperto in un paziente che aveva “recenti esposizioni sanitarie internazionali” al patogeno infettivo.
I seguenti casi sembrano aver preso l’infezione dal primo paziente, mentre si trovavano in ospedale. Il Centers for Disease Control and Protection ha definito C. auris come una “seria minaccia per la salute globale”.
In particolare, è una preoccupazione a causa della sua resistenza a diversi farmaci, il che significa che le sue infezioni sono estremamente difficili da trattare con l’arsenale convenzionale di farmaci antifungini.
È una seria preoccupazione per i pazienti ospedalizzati, dato che “punterebbe” coloro con un sistema immunitario indebolito. È stato scovato per la prima volta nel 2009, dopo essere stato scoperto in un orecchio, perciò “Auris”, di una donna di 70 anni. Un’ipotesi plausibile è che il fungo resistente ai farmaci sia stato favorito dall’uso indiscriminato di terapie antibiotiche e antimicotiche.
Pubblicità