Calabria, “Lilt Road – Fitwalking Coast2Coast”: in cammino per la prevenzione

Maria Stella Riggio

Maria Stella Riggio, della DDCLINIC FOUNDATION, sarà una delle sette fitwalkers che percorreranno la Calabria da costa a costa.

Farmacista, biologa nutrizionista, si occupa in particolare di pazienti in chemio o radioterapia ma anche Istruttrice di Fitwalking e dal 2015 guida un gruppo attivo su tutta la Locride.

Sconfiggere i tumori è possibile ma, soprattutto, è possibile prevenirli con un’alimentazione sana, una regolare attività fisica e sistematici controlli medici.

Questo l’obiettivo dell’iniziativa promossa dalla sezione provinciale di Crotone della Lilt, Lega italiana per la lotta ai tumori presieduta da Damiano Falco, in collaborazione con la Camera di Commercio di Crotone, Confcommercio Crotone e la Fitwalking nazionale dei fratelli Giorgio e Maurizio Damilano, che si svolgerà dal 20 ed il 25 aprile prossimi e che vedrà protagoniste sette istruttrici di fitwalking che percorreranno i 140 km che separano Pizzo da Crotone.

Un’impresa sportiva non agonistica mai compiuta in questi termini nella regione calabra, che coniugherà sport e salute, per promuovere la prevenzione oncologica. Il progetto interesserà numerosi territori dal Tirreno allo Ionio.

Con partenza da Pizzo, e sette partecipanti (Giuliana Spagnolo, Maria Novella Luciani, Luisella Oberto, Amalia Colombo, Caterina Giofrè, Elena Massoglia, Maria Stella Riggio), attraverseranno Maida, Squillace Lido, Cropani marina, Le Castella per arrivare a Crotone il 25 aprile, costantemente supportate dalla presenza del coach Giorgio Garello, Technical Rapresentative di Asics Italia a bordo del camper messo a disposizione da Confcommercio Crotone.

In ciascuna delle sei tappe, inoltre, si faranno promotrici di un prodotto tipico (cipolla rossa, grano senatore cappelli, peperoncino, funghi, finocchio e arancia moro crotonese) evidenziandone i benefici dell’utilizzo regolare in una dieta sana ed equilibrata, finalizzata alla prevenzione dei tumori.

Al contempo, in ciascuna tappa verranno distribuiti, grazie al supporto dell’azienda IGreco, campioncini di Olio di oliva extravergine, adottato dalla LILT come alimento principe nella lotta ai tumori.

A sostenere l’iniziativa numerosi sponsor. Tra i sostenitori anche i ragazzi dell’Istituto Nautico “Ciliberto”, impegnati in attività di alternanza scuola-lavoro presso la sezione provinciale della LILT.

«Camminare fa bene – ci spiega Maria Stella Riggio – ma è necessario farlo bene, ossia camminare osservando una corretta meccanica del movimento, acquisita conoscendo e praticando la tecnica giusta».

Il fitwalking, termine inglese che significa letteralmente “camminare per la forma fisica”, è la tecnica inventata dai fratelli Damilano per camminare bene.

Si tratta di uno sport non competitivo che, adattando il normale modo di muoverci ad una tecnica sportiva, porta a notevoli benefici .

«La biomeccanica del camminare – prosegue la Riggio – è trasferita al fitwalker che, imparando la tecnica, avrà un movimento fluido e naturale. Nella tecnica del fitwalking diventano importanti le braccia che supportano il lavoro di piedi e gambe con il loro movimento. Il movimento delle braccia che si muovono in modo oscillatorio è direttamente collegato al movimento di piedi e gambe Le braccia oscillano mantenendo il gomito a 90 gradi e seguono il movimento delle gambe ecco che, per esempio, questo movimento diventa importante in una donna operata di tumore al seno e che ha subito lo svuotamento ascellare per migliorare il drenaggio linfatico. Oltre ovviamente tutti i benefici che apporta questa attività non agonistica».

“L’arte del fitwalking” sta proprio nella scoperta che una tecnica, semplice ma indispensabile, può trasformare il normale camminare quale può essere una passeggiata, il trekking, lo sport, il tour culturale e turistico o l’attività salutistica, in una forma sportiva ed adatta a tutti.

di Girolama (Mina) Iazzetta