Caiazzo, il centro storico e la Fiera

Il centro storico di Caiazzo riprende vita dopo circa un anno di chiusura per importanti lavori di riqualificazione del cuore della città utili a rivitalizzarne le strutture, migliorarne la funzionalità, abbattere le barriere architettoniche.

Segue il comunicato stampa che la città ha voluto condividere con la nostra redazione in occasione della prossima inaugurazione con uno degli eventi storici del territorio, la tradizionale Fiera della Maddalena, straordinariamente slittata da luglio a settembre per agevolarne la partecipazione.

Riaperto il centro storico caiatino che torna a vivere dopo un anno dalla sua chiusura perché interessato dai lavori di riqualificazione attraverso il rifacimento delle infrastrutture specifiche.

Nella mattinata di ieri, il decumano principale della città è stato reso nuovamente accessibile al transito pedonale e al passaggio veicolare dei soli residenti nella parte più antica dove le opere di restyling sono terminate tanto che, appena dopo la pausa di ferragosto, il cantiere riprenderà da largo Fossi, l’altra zona del capoluogo caiatino interessata dal progetto approvato dall’amministrazione del sindaco Tommaso Sgueglia, su impulso dell’assessore al ramo Arianna Ponsillo, e finanziato per oltre 2 milioni di euro e 369 mila euro dalla Regione Campania per riqualificare il centro storico rivitalizzarne le strutture specifiche, attraverso la realizzazione di opere di miglioramento funzionale e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’idea dell’amministrazione comunale di rivedere e migliorare via Aulo Attilio Caiatino e annessi vicoli e vicoletti, nasce dalla volontà di creare percorsi di rivalutazione del patrimonio storico e culturale del centro storico, rivitalizzando lo stesso anche sotto il profilo sociale e della vivibilità quotidiana.

Nell’ottica di rivitalizzare la parte più antica della città durante l’intera città, il sindaco Sgueglia e la sua maggioranza di Caiazzo Bene Comune stanno lavorando ad un accordo con l’Asl che prevede il trasferimento di importanti uffici pubblici e sanitari nei locali che ospitavano un tempo la direzione didattica, così da creare vita ed indotto economico tanto al mattino, quanto al pomeriggio e in serata.

Nei prossimi giorni, l’intesa potrebbe già essere formalizzata così da restituire centralità funzionale alla strada principale del centro storico e alla zona più bella e pregevole dell’intero territorio cittadino.

“Finalmente via Aulo Attilio Caiatino è stata restituita ai cittadini e ai turisti, grazie all’impegno dell’assessore ai lavori pubblici Arianna Ponsillo.
Il decumano principale di Caiazzo è aperto al transito pedonale ed è visibile in tutta la sua bellezza. – dichiara soddisfatto il primo cittadino – Auguro a tutti quelli che arrivano a Caiazzo una tranquilla passeggiata in via Caiatino con bambini e passeggini, ma anche la possibilità di ammirare i vicoletti e le piazzette che si snodano nel cuore del centro antico, spesso oggetto di foto ricordo per chi è di passaggio.
Voglio inoltre ricordare che nei giorni 1, 2, 3 e 4 settembre si svolgerà a Caiazzo la fiera della Maddalena

Alp

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell’educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.