fumetto italiano cagliari

Cagliari: apre l’Archivio Multimediale dell’Immaginario, un tuffo nella storia dei fumetti

Updated 2022/05/13 at 5:00 PM
3 Minuti per la lettura

Nei locali dell’ex scuola elementare Edmondo De Amicis di Cagliari, si apre l’Archivio Multimediale dell’Immaginario. Nell’ex edificio scolastico è stata trasferita una biblioteca e ha preso il via il lavoro di catalogazione degli oltre 10mila di fumetti e documenti raccolti nel fondo archivistico.

Si tratta d’importanti e rari materiali, come quelli donati da Fulvio Caporale (ex insegnante e musicista), che comprende anche pubblicazioni a fumetti (riviste, collane complete, albi, graphic-novel), saggi sul fumetto, sul cinema d’animazione, sulla televisione, film d’animazione, carte povere (figurine, carte da gioco tematiche, Tarocchi), riviste illustrate e satiriche d’epoca (a partire dalla prima metà dell’800, fino agli anni ’60 del Novecento con Illustrazione Italiana, Illustrazione Popolare, Lo Spirito Folletto, Il giornalino della domenica e altre), fotoromanzi, selezioni di fumetti di ogni parte del mondo, dalla Cina di Mao al Brasile, all’Argentina, alla Russia.

Gli albi a fumetti che sono stati raccolti in archivio coprono tutta la storia del fumetto italiano. Sono presenti collezioni complete (Corriere dei piccoli 1940 e tutte le annate dal 1960 al 1972), avventure supereroi (prime edizioni dell’Editoriale Corno), ristampe anastatiche e annate originali di Linus, dal 1965 al 1980, le raccolte complete delle principali riviste antologiche: Totem, Comic Art, Pilot, e molti altri.

“Il nostro Centro Internazionale del Fumetto – racconta  Bepi Vigna, storica firma dei comics in Italia – raccoglie materiali e tracce della produzione narrativa popolare che ha alimentato il nostro immaginario. In pratica, proponiamo un nuovo modo di approcciare la storia che riguarda tutti. Perché noi siamo quello che abbiamo sognato, siamo i libri che abbiamo letto, i film che abbiamo visto, la musica che abbiamo ascoltato. Siamo i giochi che abbiamo fatto da bambini… noi siamo i nostri ricordi. Attraverso i fumetti e i libri, nelle pagine delle riviste illustrate, nei film e nelle serie TV, nelle canzoni che abbiamo amato, possiamo ritrovare ciò che ci aiuta a capire meglio noi stessi e valutare i cambiamenti del mondo che abbiamo attraversato e comprenderne l’impianto di valori.”

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *