Lollobrigida ministro

Brucellosi bufalina: il dossier arriva al Senato

Redazione Informare 23/11/2022
Updated 2022/11/23 at 10:46 AM
3 Minuti per la lettura

Arriva sui tavoli del Senato, una delle questioni più spinose che riguarda direttamente il nostro territorio. Il dossier su brucellosi e tubercolosi bufalina, è infatti oggetto di discussione dei parlamentari: un argomento cui la nostra redazione ha avuto modo di approfondire.

L’emergenza brucellosi ha causato l’abbattimento di migliaia di capi bufalini, a volte anche sani. Finalmente, quindi, verrà data maggior importanza su quanto successo in provincia di Caserta, dove gli allevatori sul lastricoprotestano e chiedono il ripristino della vaccinazione, sospesa nel 2014.

Brucellosi: tema discusso in Parlamento

A comunicare l’arrivo del dossier in Parlamento, è il deputato di Fratelli d’Italia Marco Cerreto, capogruppo della XIII Commissione Agricoltura: “L’annosa questione della brucellosi e tubercolosi bufalina è approdata sui tavoli romani. In Senato c’è stato un incontro, convocato dal senatore Luca De Carlo, presidente della Commissione Agricoltura e Industria in Senato, con il comitato di base allevatori bufalini”.

Ministro Lollobrigida: “Monitoriamo la situazione”

Anche il neo Ministro dell’Agricoltura Lollobrigida, sembra stia monitorando la questione: “La diffusione della Brucellosi e della tubercolosi negli allevamenti di bufala è costantemente monitorata dai nostri uffici”, intervenendo al “question time” in Senato. Il suo ministero e l’operato del Ministro, è sotto la lente d’ingrandimento anche per via degli impegni assunti per quanto riguarda l’argomento della sovranità alimentare, segno distintivo che dovrebbe guidare l’operato in questo esecutivo del ministero.


“Si è ben lontani dall’obbietivo del dimezzamento rispetto all’anno precedente del numero capi affetti da queste malattie, la cui percentuale pare essere non superiore al 18%”. Il ministro ha spiegato che “il fenomeno è allarmante soprattutto nella provincia di Caserta ed è necessario intervenire rapidamente e con misure efficaci. A questo fine ho già scritto al ministero della Salute, alle istituzione locali e alle associazioni di categoria – ha concluso il Lollobrigida – per confermare la volontà di implementare l’attività di raccordo operativo per definire gli strumenti per affrontare in modo efficace queste problematiche e individuare le modalità eccelerate di erogazione di misure di sostegno per il mancato reddito a favore delle aziende che hanno subito forti abbattimenti”

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *