Bottega Veneta sparisce dai social

Informareonline-bottega

Bottega Veneta fa parlare di sé e va controcorrente. L’azienda italiana ha abbandonato i social cancellando i propri account nell’era digitale.

Anno nuovo, percezioni differenti. Questo è quanto si percepisce dalla mossa, strategica o no, di Bottega Veneta. Il pubblico ha impiegato tempo a rendersi conto che gli account Instagram, Facebook e Twitter della maison erano oramai inesistenti. Poi il divagare della notizia, è il primo grande marchio ad azzerare la presenza sui social network.

Certo, fa scalpore. Agli esordi del 2021 tutto è puramente social e realizzare che ci sia qualcosa che non lo è risulta impensabile. La scelta fa sì riflettere ma, dopotutto, il creative director Daniel Lee aveva espresso quanto poco interesse egli ha sempre rivolto ai canali comunicativi digitali. Perché, di fatto, è di comunicazione che si tratta.

A capo della direzione creativa dal 2018 c’è Daniel Lee, stilista britannico che ama star lontano dai riflettori. Non possiede un personale account social Instagram e forse proprio questa sua visione no social ha portato ad influenzare quella di tutto il marchio.

Tra le disparate reazioni la più accreditata riguarda il pensiero di una strategia di marketing. Se così fosse, la riuscita in termini di rumors sarebbe ben segnata mentre in termini economici c’è da attendere. Non mancherà la possibilità di restar aggiornati sulla label. Nel corso degli anni sono nati molti account indipendenti dedicati a Bottega Veneta. Tra questi il più noto è sicuramente newbottega, seguito da bottegaveneta.by.daniellee e bottegaveneta_international. Solo il tempo sarà rivelatore. Vera strategia o una definitiva presa di posizione?

di Chiara Del Prete

Print Friendly, PDF & Email