Blitz dell’Asl Napoli 1: controlli sugli alimenti

54
informareonline-controlli-dellasl-napoli-1-sugli-alimenti
Pubblicità

Negli ultimi due weekend ci sono stati svariati controlli dell’Asl Napoli 1 sugli alimenti.

Sia donne che uomini dell’Azienda Sanitaria Locale di Napoli hanno ispezionato circa 27 attività, (tra ristorazione e bar) con conseguenti sanzioni pari a 14.000 euro.

Pubblicità

In particolare, sabato 15 luglio i controlli effettuati hanno riguardato ristoranti della zona di Marechiaro e Posillipo.

Tutte le operazioni di controllo

L’operazione ha impegnato 22 specialisti del Dipartimento di Prevenzione (11 medici e 11 tecnici della prevenzione) oltre a 2 autisti. Un’ispezione complessa in ben 12 attività che ha consentito di far emergere molte situazioni irregolari.                                                  I controlli hanno portato a 77 prescrizioni, 2 diffide e 5 sanzioni (per l’ammontare di 9.000 euro). L’operazione di controllo è poi andata avanti nella giornata del 22 luglio, nella zona di via Partenope. Ivi sono stati controllati 12 ristoranti e 3 bar.                          In campo 14 tra donne e uomini del Dipartimento di Prevenzione (8 medici e 6 tecnici della prevenzione) e 2 autisti dell’Autoparco Centrale e anche in questo caso sono emerse diverse irregolarità. Vi sono state 94 prescrizioni, 4 diffide, 3 verbali e addirittura la sospensione di una cucina e di un locale.

Le operazioni di controllo andranno avanti senza sosta, anche nel prossimo mese di agosto, con l’obiettivo di tutelare la salute e garantire il rispetto di tutte le normative esistenti. Inoltre ci sarà la novità di agire in sinergia con le articolazioni comunali competenti, in maniera tale da rendere sempre più efficaci e approfonditi i controlli, con particolare attenzione al conferimento dei rifiuti.

Le parole di Ciro Verdoliva

Il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva ha spiegato ciò:

“Andiamo avanti con decisione in queste attività di controllo per garantire l’assoluta sicurezza di avventori e consumatori“. Un lavoro estremamente complesso e faticoso per il quale ringrazio tutte le nostre donne e i nostri uomini. È a loro che dev’essere indirizzato l’enorme apprezzamento che ci arriva dai commercianti e ristoratori che rispettano le regole e che proprio per questo ci sostengono nell’impegno che mettiamo in campo, anche a garanzia di una leale concorrenza“.

Pubblicità