Berlino 1989. Frammenti di muro-persone

24
informareonline-berlino-3

Nella Cappella Palatina del Maschio Angioino è esposto il progetto fotografico di Luciano Ferrara: BERLINO 1989 – Frammenti di Muro – Persone, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo e dal Goethe-Institut Neapel nell’ambito delle celebrazioni 1989-2019: Berlino e l’Europa 30 anni dopo il muro.

Le fotografie di Luciano Ferrara, fotoreporter free lance, ci riportano davanti agli occhi, con straordinaria efficacia ed immediatezza, le immagini storiche di ormai trent’anni fa, di giorni che hanno cambiato il mondo.

informareonline-berlino-4

Immagini che conservano, forse addirittura amplificata dal tempo, l’efficacia e la forza di suggestione di un reportage dal vivo e che contemporaneamente, rigorosamente ordinate, costituiscono nel loro insieme una vera e propria ricostruzione storica degli avvenimenti.

La mostra BERLINO 1989 – Frammenti di Muro – Persone sarà visitabile gratuitamente fino al 1 dicembre 2019.

informareonline-berlino

Fu quella, – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele – una grande lezione di storia e di politica. Una lezione da non dimenticare; al contrario, importante e viva ancora dopo trent’anni. Ci è sembrato giusto richiamarla, rinnovarne l’emozione, ripensarne il significato, anche alla luce di quello che è accaduto dopo, in questi lunghissimi trent’anni, molto più tragici di quel che avevamo sperato. Sappiamo oggi che i muri dopo il 1989 non sono diminuiti, al contrario, aumentano di numero, dimensioni ed armi in ogni parte del mondo. Anche per questo affidiamo ancora, dopo trent’anni, alle immagini vivissime che Luciano Ferrara trasse dai fatti, il compito di darci speranza e di farci pensare, ricordando insieme i giorni in cui le persone abbatterono un muro ed agirono insieme per il diritto alla felicità”

“Incredibile – fu la parola pronunciata da migliaia di bocche”, spiega Maria Carmen Morese, la direttrice del Goethe-Institut di Napoli.

“Quest’espressione coglie perfettamente l’impossibilità di descrivere quell’avvenimento eccezionale a cui si stentava a credere. A quest’evento di portata epocale il Goethe-Institut e il Comune di Napoli, d’intesa con numerosi enti tra cui l’Università “L’Orientale”, hanno dedicato un fitto programma di eventi. La punta di diamante della programmazione è costituita dalla mostra fotografica Frammenti di muro-persone allestita nella Cappella Palatina del Maschio Angioino: una straordinaria selezione di immagini realizzate dal grande fotografo napoletano Luciano Ferrara attende tutti i napoletani.”

informareonline-berlino-2

 

 di Flavia Trombetta

Print Friendly, PDF & Email