banca centrale europea crisi sistemica

Banca Centrale Europea: possibile crisi sistemica

Updated 2024/05/21 at 1:26 AM
3 Minuti per la lettura
Foto di Lease News

È stata pubblicata un’anticipazione del Rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca Centrale Europea: i recenti eventi geopolitici potrebbero portare ad una crisi sistemica. Nel rapporto si legge: “Gli ultimi sviluppi richiedono una vigilanza rafforzata sui rischi geopolitici e il loro impatto sulla stabilità finanziaria. A differenza di quanto suggeriscano le evidenze storiche, oggi gli shock geopolitici possono fare da innesco per un’emergenza sistemica se interagiscono con vulnerabilità preesistenti”.

Il rischio geopolitico infatti è una minaccia da non sottovalutare: l’escalation di eventi associati a guerre, il terrorismo e la tensione fra stati ed attori politici sono solo alcuni esempi di ciò che potrebbe influenzare negativamente il corso “pacifico” delle relazioni internazionali. L’attuale guerra in Medio Oriente tra Israele e Palestina, le tensioni tra Stati Uniti e Cina su Taiwan e l’invasione russa dell’Ucraina hanno sollevato non poche preoccupazioni sulla stabilità geopolitica.

Come può la geopolitica influenzare la stabilità finanziaria?

Partendo dalla definizione di geopolitica, ovvero una disciplina che studia la geografia umana e le azioni politiche nell’ambito delle relazioni internazionali, si può già evincere come la geopolitica abbia un ruolo fondamentale. Infatti, dobbiamo capire che un evento come la guerra nella Striscia di Gaza, può avere un impatto non solo in Medio Oriente, ma anche in tutto l’Occidente. Ecco perchè le tensioni geopolitiche, o meglio i rischi geopolitici, ad oggi sono più che tangibili, come le conseguenze che potrebbero avere sull’economia.

I rischi geopolitici hanno effetti negativi sulle attività economiche e finanziarie, riducendo investimenti privati, occupazione, produttività e commercio internazionale. Questi rischi vengono misurati da un indice noto come GPR INDEX. Imprenditori e operatori finanziari considerano i rischi geopolitici tra i fattori più importanti nel determinare le decisioni di investimento. Le banche centrali di tutto il mondo, il Fondo monetario internazionale, la Banca Mondiale e molte organizzazioni economiche internazionali monitorano regolarmente le implicazioni delle tensioni geopolitiche per la circostanza economica.

La crisi sistemica annunciata dalla Banca Centrale Europea è preoccupante?

Le autorità devono monitorare i rischi geopolitici e valutare le loro possibili ricadute sulla stabilità finanziaria. Questo faciliterebbe una risposta rapida e coordinata ove si rendesse necessario rafforzare la stabilità del sistema finanziario. Servirebbero solidi meccanismi di gestione dei requisiti patrimoniali e delle liquidità avvalendosi di servizi specialistici.

Bisogna anche pensare a strategie anticipatorie dei rischi. Infine le banche dovrebbero sviluppare piani di emergenza in modo da poter rispondere a eventuali eventi inattesi e minimizzare i loro effetti sulle attività. Lo studio della BCE si spinge fino a suggerire la sottoscrizione di polizze assicurative per le perdite da shock geopolitici, e la predisposizione di piani di contingenza per rispondere rapidamente ad eventi inattesi.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *