Aversa: inquinamento acustico e disagio per gli abitanti

132

A causa delle norme per quel che concerne la ristorazione, molti commercianti proprietari di bar e ristoranti, hanno espanso le loro attività verso le strade e le piazze. Aversa non è da meno, i ristoratori hanno invaso (chi più chi meno) il suolo pubblico. Uno dei problemi più grandi di questa situazione, oltre che al mancato rispetto delle norme anti covid tra cui distanziamento e coprifuoco, è l’inquinamento acustico. Non solo il baccando dei clienti ma anche concerti live e musica disturbano le notti aversane. A pagare lo scotto di questa situazione sono stati in particolare gli abitanti di via Seggio.

Riferendosi agli aventi la consigliera comunale Imma Dello Iacono ha dichiarato in una nota stampa la sua vicinanza alle famiglie vittime del baccano. Inoltre ha specificato la sua disapprovazione nei confronti dell’operato dell’assessore Sagliocco, dichiarando: “L’assessore Sagliocco ha avallato in pieno queste situazioni, incentivandole con atti amministrativi, con gesti simbolici e non preoccupandosi e non preoccupandosi assolutamente dei controlli”.

Pubblicità

Per fortuna, oggi, è di nuovo possibile avvalersi delle sale interne dei locali per servire i clienti. Pertanto la speranza è che presto si prendano provvedimenti in merito, insonorizzando qualsiasi attività della movida e garantendo la tranquillità ai cittadini.

di Giuseppe Spada

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità