Aversa Spinillo

Aversa e roghi tossici, vescovo Spinillo: «abbiamo il dovere di alzarci ed agire»

Redazione Informare 05/11/2022
Updated 2022/11/05 at 11:34 AM
2 Minuti per la lettura

Il vescovo di Aversa, Angelo Spinillo, lancia un appello ai sindaci ed ai comitati della Terra dei Fuochi, riuniti nella Consulta Interistituzionale, per riprendere le attività e concretizzare le proposte già discusse. 

Le parole del vescovo di Aversa Spinillo

«Purtroppo, nonostante l’intenso lavoro svolto e la notevole attività di sensibilizzazione portata avanti da tutti coloro che si riconoscono nella Consulta, non pare ci sia stato un termine a tutto ciò che è stato denunciato e che le nostre comunità cittadine sono ancora costrette a vivere. Roghi tossici, miasmi, continuano a rendere difficile la quotidianità, imperversando sulla vita e la salute della nostra gente, e continuano a compromettere l’ambiente del creato eludendo anche una possibile applicazione dell’Enciclica “Laudato si” nella quale tutti riteniamo che il nostro Papa Francesco abbia donato indicazioni e sollecitazioni di merito e di senso al vivere della comunità mondiale».

L’incontro della Consulta per discutere sul da farsi

Quindi, Spinillo ha proposto «un incontro tra tutti i membri della Consulta», in programma il 7 novembre ad Aversa, per «discutere insieme sul da farsi e, se ritenuto utile, programmare una giornata di riflessione e di preghiera collettiva, anche con le autorità ed i rappresentanti dello Stato, riunendoci insieme in uno dei luoghi in cui si registra maggiore la causa della sofferenza». 

«Tutti siamo chiamati ad agire e per questo mi permetto di venire a sollecitare tutti voi e tutte le nostre comunità ad una consapevole e vigile collaborazione per il bene comune. Per dare l’auspicata concretezza alle proposte che abbiamo sottoscritto insieme, abbiamo il dovere di alzarci ed agire».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *