“Artists for Rojava”: l’arte solidale

Informareonline-

“Non si può essere liberi da soli” scrive ZeroCalcare nel disegno donato al progetto “Artists for Rojava“. Napoli lo sa, ed è per questo che sabato 10 ottobre artisti, collettivi e band si sono riuniti in una serata di beneficenza per ribadire la solidarietà nei confronti del popolo curdo.

“Artists for Rojava” parte dall’iniziativa contro la guerra a sostegno del Rojava del 18 ottobre a Roma e dall’Appello delle Univeristà del Rojava e di Kobane. Il progetto è finalizzato a valorizzare il ruolo sociale e culturale dell’arte attraverso la solidarietà nei confronti della situazione curda, di fronte alla quale non si può rimanere indifferenti. A sostenerlo vi sono la Rete Kurdistan Puglia, Rifondazione Comunista, Sinistra Europea, Giovani Comunisti e Controradio.

Aderendo a questa iniziativa il “Collettivo Insorgenza Musica” e l’ “Associazione Culturale Nu’Tracks“, hanno dato vita a questo concerto i cui ricavi, raccolti attraverso gli ingressi, i CD, le magliette e i gadget degli artisti presenti, saranno devoluti in beneficenza per la realizzazione di una Clinica Mobile nel nord della Siria. L’evento è stato ospitato da Casa Tolentino, luogo nato da un progetto di riqualificazione del monastero seicentesco di San Nicola da Tolentino, ai piedi della collina di San Martino, con lo scopo di valorizzare il territorio e creare occupazione.

“Molte volte ci sono occasioni ma non ci sono spazi dedicati alla musica, all’arte alla cultura. Casa Tolentino è un contenitore importante. Noi siamo un’impresa sociale che da 7 anni porta avanti questo tipo di esperienze dove il profit è messo ai margini, dando ampio spazio e ampia libertà al respiro che dà la musica, all’arte ma anche a tutto ciò che manca ai nostri giovani. Abbiamo sposato a pieno questa iniziativa condivisa con l’Associazione Nu’Tracks e questo clima che ci porta sempre ad avvicinarci a realtà come Rojava, dove c’è un popolo che ancora combatte per avere la sua autonomia. Noi nel nostro piccolo combattiamo ogni giorno per restare qua dentro, siamo legati ad un comodato d’uso che nel marzo 2022 finirà. Questa possibilità che oggi abbiamo tra non molto potrà terminare. Siamo fieri di diffondere questo messaggio ma speriamo che ce lo permettano per ancora molto tempo”, racconta Peppe Maienza, responsabile degli eventi.

Alla serata hanno partecipato Paolo Iermano, che presenta il suo nuovo disco “Bagnoli Babylon”, Marco Gesualdi NOW (Naples Open World), Abegilosouz, Pitwine, Chiodo Fisso, Capatosta e la hard rock band The Steel-Wizard.

di Marianna Donadio

 

Print Friendly, PDF & Email