Arriva la Sprint Race nel weekend di Silverstone

177
informareonline-arriva-la-sprint-race-nel-weekend-di-silverstone
Pubblicità
La novità del sabato di Formula1

Ad inizio anno la FIA e la Formula 1 hanno previsto una variazione regolamentare per tre Gran Premi, in cui cambierà la struttura di gara grazie all’introduzione della Sprint Qualifying Race. Si tratta di una mini gara integrativa che avrà luogo il sabato, dopo la sessione di prove libere e qualifiche, e che prevedrà l’assegnazione di punti aggiuntivi rispetto alla gara domenicale. Il primo appuntamento sarà proprio questo fine settimana a Silverstone, al quale seguiranno con molta probabilità Monza e una terza località da definire.

La struttura del weekend di gara

Il fine settimana inglese inizierà venerdì con una sessione di 60 minuti di prove libere (15:30), al seguito della quale si terranno le qualifiche che definiranno le posizioni di partenza per la Sprint Race. La mini gara è attesa per il sabato pomeriggio alle ore 17:30, dopo un’ulteriore ora di prove libere prevista alle 13:00.

Pubblicità
Di cosa si tratta

100 chilometri senza alcuna sosta e senza obblighi di mescole, né limiti al consumo di carburante. Per i piloti, dunque, non sarà obbligatorio partire con le gomme usate per superare il Q2: avranno la libertà di scegliere il set di pneumatici con cui gareggiare. Si concluderanno 17 giri a Silverstone, per circa 25 minuti, e verranno assegnati dei punti ai primi tre piloti classificati: 3 al primo, 2 al secondo e 1 al terzo – senza il punto aggiuntivo del giro veloce –. In base ai risultati conseguiti nella Sprint Race verrà definita la griglia di partenza di domenica.

Le specifiche di Pirelli

L’azienda italiana fornirà 12 set di slick, al contrario dei 13 che vengono concessi di norma, composti di 6 treni di soft, 4 di medie e 4 di hard – con le tradizionali aggiunte di gomme wet previste in caso di pioggia –. Gli unici vincoli imposti ai piloti nel corso del weekend sono relativi alle FP1 – 2 set a libera scelta – e alle qualifiche – solo gomme soft –. Per la Sprint Race e per il Gran Premio di domenica i team non avranno alcuna imposizione sulla scelta delle mescole.

Il parco chiuso

Le vetture saranno sottoposte al regime di parco chiuso a partire dal venerdì fino alla gara di domenica: le scuderie, quindi, non potranno effettuare modifiche sostanziali alle monoposto. Le eccezioni previste riguardano unicamente l’area delle sospensioni, dei freni e i sistemi aerodinamici, per garantire comunque l’efficacia della sessione di prove e ovviamente un intervento in questioni di sicurezza.

Si tratta di un format in via sperimentale che verrà valutato nel corso di questo mondiale per livello di gradimento sia da parte del pubblico che dei team e dei piloti.

Si arriva, così, al decimo appuntamento di questo mondiale che vede Max Verstappen con un vantaggio di 32 punti sul 7 volte campione del mondo Lewis Hamilton, con una novità di non poco conto. L’introduzione di questa variazione ha come obiettivo quello di garantire un maggiore spettacolo agli appassionati di questo sport che assisteranno al sabato ad una gara, in via teorica, più dinamica, in cui i piloti dovranno dare il tutto per tutto senza poter fare affidamento sulle strategie del team.

di Silvia De Martino

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità