Antonio Vanacore, morto per Covid l’allenatore in seconda della Cavese

33
Vanacore-Informareonline
Pubblicità
Aveva contratto il virus a metà febbraio, per poi essere trasferito in ospedale due settimane fa, quando i livelli di saturazione erano diventati preoccupanti.

Prima morte per Covid in un gruppo squadra di una società professionistica italiana. È venuto a mancare Antonio Vanacore, allenatore in seconda della Cavese, che sul proprio sito ha dato l’annuncio: “La Cavese 1919, comunica, con immenso dolore la scomparsa del vice allenatore Antonio Vanacore. Alla sua famiglia l’abbraccio e la vicinanza della società, della squadra e di tutto il popolo aquilotto. Ciao Antonio, uomo e professionista insostituibile“.

Vanacore, napoletano di Pozzuoli, avrebbe compiuto 46 anni il prossimo mese di luglio. Aveva indossato le maglie di Benevento, Catanzaro, Casertana, Juve Stabia e Potenza. Dopo aver smesso di giocare aveva cominciato a lavorare con Campilongo con il quale, dopo l’esperienza dello scorso anno, era ritornato sulla panchina della Cavese lo scorso 28 dicembre.

Pubblicità
La Cavese già domenica scorsa a Foggia era scesa in campo con una maglietta con la scritta “mister Vanacore non mollare, siamo tutti con te“. Ma l’allenatore in seconda, molto legato al tecnico Sasà Campolongo, purtroppo non ce l’ha fatta.
La società calcistica di Cava de’ Tirreni è stata colpita dal Covid nelle scorse settimane e per questo motivo la Lega Pro ha dovuto rimandare due partite: con il Potenza in casa e con la Ternana fuori. Posticipata anche la prossima gara in programma contro il Catanzaro: “La Lega, a seguito dell’istanza presentata dalla società Cavese e preso atto della comunicazione della società Catanzaro, in segno di lutto per l’improvvisa scomparsa del sig. Antonio Vanacore, ha disposto che la gara venga posticipata a mercoledì 24 marzo 2021 alle ore 15”.

Di Pasquale Di Sauro 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità