Castel Volturno vanta una giovane promessa del taekwondo: si chiama Anna Cuorvo e a soli 11 anni è già campionessa italiana della categoria -37 kg. L’abbiamo incontrata pochi giorni prima del ritiro con la nazionale a Mesagne, in provincia di Brindisi, a disposizione del maestro Roberto Baglivo, tuttavia senza poter essere convocata ad ottobre per gli Europei di Budapest, quando Anna, per soli due mesi, non avrà ancora compiuto dodici anni, età minima per parteciparvi. Tuttavia Anna parteciperà con il maestro Mario De Rosa e la Polisportiva Pozzuoli, con la quale si allena, al prestigioso torneo del G1 che questʼanno si terrà in Polonia il 16 e 17 settembre.

Anna Cuorvo - Photo credit Gabriele Arenare
Anna Cuorvo nella redazione di Informare – Photo credit Gabriele Arenare

La passione per questa disciplina, ancora poco apprezzata in Italia, nasce nella ragazza guardando i film di Bruce Lee. Inizia a praticare Taekwondo a 6 anni e da appena un anno ha iniziato a gareggiare ottenendo già importanti traguardi. Anna non nasconde l’emozione che sente poco prima di cominciare un incontro, ma dopo la scarica di adrenalina iniziale quando sale sul Tatami si sente sicura e determinata. È ben consapevole dei valori che le arti marziali sono riuscite a impartirle ed i suoi modi di porsi e parlare ci fanno capire quanto la disciplina e l’educazione siano ormai parte della sua persona.

Anna Cuorvo durante l'intervista - Photo credit Gabriele Arenare
Anna Cuorvo durante l’intervista – Photo credit Gabriele Arenare

Grande merito è sicuramente anche di una famiglia che sostiene Anna in questa sua passione, senza pressioni, semplicemente standole vicino e aiutandola a coltivare i suoi sogni. Si allena tre volte a settimana ma nonostante ciò primeggia anche nello studio e la sua materia preferita è la matematica. Il mese scorso è stata premiata anche da Dimitri Russo, sindaco di Castel Volturno, che si è detto fiero di vedere una tale eccellenza portare in alto il nome del nostro territorio. Anna sogna le Olimpiadi, ma a prescindere dai suoi futuri successi, che certamente arriveranno, vogliamo augurarle il meglio per la sua vita e, soprattutto, che non perda mai la voglia di credere nelle sue passioni.

di Fulvio Mele
Foto di Gabriele Arenare

Print Friendly, PDF & Email