Ambiente e rispetto: il “Decalogo dei comportamenti” nella natura

43

La mattina di martedì 26 luglio presso il bellissimo salone dei busti del complesso monumentale di Castel Capuano il generale di brigata Ciro Lungo, Comandante della Regione Carabinieri Forestali della Campania, e il prof. Maurizio Fraissinet, Presidente dell’Associazione Studi Ornitologici Italia Meridionale – ASOIM, hanno presentato un “Decalogo dei comportamenti da evitare nelle aree naturali protette”. Si tratta di uno strumento conoscitivo per educare e sensibilizzare al rispetto della natura dei parchi e delle riserve presenti sul territorio campano, che vengono troppo spesso aggrediti da visitatori insensibili e che quindi fanno danni alla biodiversità; ma anche a chi, invece, vuole recarsi in natura per goderne le bellezze.

Il decalogo elenca i comportamenti scorretti e dannosi e, nel contempo, illustra i motivi per cui tali comportamenti possono arrecare danno alla fauna e alla flora selvatica, nonché le norme di legge che li vietano o li regolamentano.

Il decalogo è stato presentato in una sala gremita nella quale sedevano i vertici regionali dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Metropolitana, Vigili del Fuoco. C’erano anche il Presidente del Tribunale di Napoli, magistrati, rappresentanti della Associazioni ambientaliste, presidenti e direttori delle aree naturali protette e docenti universitari.

Pubblicità

Moderatore del dibattito è stato Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. Hanno preso la parola il Generale di Corpo d’Armata Andrea Rispoli; comandante interregionale Carabinieri Ogaden; la dr.ssa Elisabetta Garzo, presidente del Tribunale di Napoli; il dr. Pier Paolo Filippelli Procuratore aggiunto, il dr. Paolo Mancuso, assessore all’ambiente del comune di Napoli; la dr. Rosa Marmo della Regione Campania; i prof. Domenico Fulgione e Antonio Saracino, dell’Università Federico II di Napoli; il prof. Camillo Campolongo del WWF; il dr. Agostino Casillo, presidente del PN del Vesuvio e il dr. Costantino Caturano, presidente del Parco Regionale del Taburno Camposauro, a nome dei presidenti degli enti parco regionali.

I vari interventi e il dibattito, oltre che l’illustrazione del decalogo da parte del Generale Lungo e del Prof. Fraissinet, hanno dato vita ad un interessante e proficuo dibattito sulle aree naturali protette e la difesa della natura, intesa anche come bene morale da tutelare.

Al termine della manifestazione è stato distribuito il decalogo ai comandi stazione dei CC forestali e alle aree naturali protette.

Pubblicità