All’Istituto “Calderisi” di Villa di Briano arriveranno i fondi per ripartire dopo i due furti

informareonline-furto-villa-di-briano

Gli studenti potranno riavere i loro tablet.

Un primo furto di tablet forniti per la didattica degli studenti durante l’emergenza Covid-19 del “Calderisi” avvenuto nella scorsa settimana aveva già scosso la comunità di Villa di Briano tanto che aveva fatto alzare la guardia della vicina popolazione residente pronta ad allertare le forze dell’ordine nel caso di un eventuali presenze sospette nei pressi dell’istituto che avrebbero fatto pensare ad un ritorno dei malviventi per completare il colpo.

E proprio grazie all’attenzione dei cittadini e all’intervento provvidenziale dell’atleta e campione di MMA ( Mixed Martial Arts ) arti marziali miste Francesco Di Chiara,  lo scorso 10 agosto è stato evitato il peggio con gli stessi ladri che sono stati messi prima in fuga e poi bloccati nelle vicinanze della sede scolastica e consegnati nelle mani dei carabinieri. Il campione di recente aveva già fatto parlare bene di sé per aver sventato altre azioni di illegalità sia nella vicina città di Aversa che nella sua Frignano mostrandosi esempio di altruismo e coraggio nel tutelare gli altri cittadini in situazione di pericolo per la loro vita. Insomma una vera e propria esperienza di “partecipazione” ovvero di concorso di soggetti privati nell’ordine e nella sicurezza pubblica che rimanda alle pratiche già consolidate in altri Stati, in primis U.S.A e Gran Bretagna e che ha funzionato anche sul nostro territorio.

E alla notizia del secondo tentativo fallito e dei dispositivi tecnologici trafugati nella scuola “Calderisi”, da sempre punto di riferimento per la formazione dei cittadini brianesi più piccoli e promotrice di iniziative lodevoli nell’ambito di progetti sociali e nella difesa e divulgazione dei valori della legalità, non si è fatta attendere nemmeno la risposta della ministra all’istruzione Lucia Azzolina. Ha fatto sapere in una telefonata alla dirigente Dott.ssa Emelde Melucci che il dicastero ha stanziato negli impegni di spesa un finanziamento di 20 mila euro per poter riacquistare gli strumenti digitali in vista della riapertura nel prossimo mese di settembre.

Un buona notizia che è stata anche comunicata con soddisfazione della stessa dirigente che in un post su facebook ha parlato di “attenzione reale” e che: “Ripartiamo con fiducia, consapevoli di essere ben accompagnati”. La Dirigente, sempre molto attenta nella organizzazione della didattica nel suo istituto già in un post precedente aveva comunicato con apprezzamento la notizia alla comunità brianese di essere stata contattata dalla Ministra che le aveva espresso tutta la solidarietà del caso dopo il furto subito.

Al grave atto e ai danni ad alcune porte e all’impianto elettrico registrato nella sede della scuola brianese hanno saputo rispondere cittadini che non si sono girati dall’altra parte assicurando i ladri alla giustizia e la rappresentante delle istituzioni che con assoluta sensibilità ha fatto prontamente arrivare alla preside e a tutti gli alunni la sua fattiva vicinanza.

di Antonio Di Lauro

Print Friendly, PDF & Email