Ci ha lasciato nella giornata di ieri la costumista teatrale Maria Pennacchio, ai suoi cari va il commiato dell’intera redazione di Informare

 

“Non piangete per me: io mi so’ solo avviata, qua aspettano pure a voi…
Che faccio, prenoto?”

Questo messaggio è comparso ieri sulla bacheca Facebook di Maria Pennacchio. Un saluto che ha sconvolto gli amici e i cari della celebre costumista napoletana, consapevoli della lotta che essa portava avanti da tempo contro un brutto male. Nel pieno del suo stile vivace, sarcastico e sempre alla mano, Maria se n’è andata in punta di piedi e con il solito sorriso che la distingueva.

Una vera arte, quella che trasudava il suo laboratorio sito sul corso Amedeo di Savoia a Napoli, dove sembrava di entrare in un mondo fantasy in cui tutti i costumi erano personaggi di una storia senza fine. In attività dal 1989, Maria lavorava stabilmente presso i teatri napoletani Bracco, Trianon e Totò, in maniera fissa con Carlo Buccirosso senza mai chiudere le porte al teatro amatoriale.

Oggi tutti, professionisti e non, si stringono in unico saluto verso quest’artista che apparteneva a tutte le compagnie teatrali. A questi si unisce anche la redazione di “Informare”

Ciao Maria

di Savio De Marco

Print Friendly, PDF & Email