Addio Liliana de Curtis: la figlia di Totò muore a 89 anni

57
liliana de curtis
Pubblicità

Si è spenta all’età di 89 anni Liliana de Curtis, figlia del grande Totò.

La scrittrice e attrice è spirata nella sua residenza a Roma. Liliana era nata il 10 maggio 1933 da Antonio de Curtis, in arte Totò, e Diana Rogliani.

Pubblicità

Il nome Liliana fu scelto dallo stesso Totò in omaggio a Liliana Castagnola, giovane donna che Totò aveva amato prima di conoscere la Rogliani e che era morta suicida. Un episodio che sconvolse la vita dell’attore, il quale ne onorò sempre il ricordo.

Liliana de Curtis è stata scrittrice  e autrice di numerosi libri biografici dedicati al padre come Malafemmena, pubblicato nel 2009 da Mondadori.

Non solo autrice ma anche attrice: nel 1940 ha recitato nel film San Giovanni decollato, mentre risale al 1954 Orient Express.

Per Rai 3 ha curato il documentario “Io lo conoscevo bene”, con interventi di Ninetto Davoli e Giacomo Furia. Nel 2007 ha interpretato sé stessa, commentando in voce la trasmissione televisiva “Siamo Stati Uniti”. In teatro ha collaborato con l’autore-attore Antonino Miele, con cui ha recitato negli spettacoli Pardon Monsieur Totò (a fianco anche di Vito Cesaro) e Totò dietro le Quinte (per la regia di Mario Di Gilio). È autrice con Miele e Matilde Amorosi, del libro Ogni limite ha una pazienza, pubblicato da Rizzoli e dedicato a Totò.

Sposò il produttore cinematografico Gianni Buffardi, nel 1951, da cui ebbe due figli Antonello e Diana. Quest’ultima deceduta, purtroppo, il 6 dicembre 2011, dopo una lunga malattia, è sepolta nel cimitero di Santa Maria del Pianto, dove è tumulato anche il nonno.

Successivamente ha sposato in seconde nozze Sergio Anticoli, col quale ha avuto una figlia, Elena (nata nel 1969. Da molti anni aveva lasciato le redini del ricordo del padre alla figlia Elena, fondatrice del brand Caffè di Totò. Liliana purtroppo è deceduta prima di veder realizzato il Museo di Totò a Napoli, per il quale si era a lungo battuta.

Pubblicità