informareonline-accordo-tra-banche-ed-esercenti-,-il-via-libera

Trovato accordo tra banche ed esercenti sulle transazioni elettroniche

Giovanni Terzi 30/07/2023
Updated 2023/07/30 at 3:56 PM
4 Minuti per la lettura

Negli ultimi anni, l’aumento della digitalizzazione ha rivoluzionato la maniera in cui effettuiamo i pagamenti. L’utilizzo dei pagamenti elettronici è diventato sempre più diffuso e comodo per i consumatori, ma anche più vantaggioso per gli esercenti. Tuttavia, le commissioni applicate alle transazioni elettroniche hanno spesso rappresentato un ostacolo per la piena adozione di questo metodo di pagamento. Finalmente, un’ottima notizia è giunta sia per i consumatori che per gli esercenti: verranno ridotte le commissioni sui pagamenti elettronici sotto i 30 euro.

Le transazioni elettroniche

Le alte commissioni sui pagamenti elettronici rappresentavano un grande problema per gli esercenti, specialmente per le piccole attività commerciali con margini ridotti. Tradizionalmente, ogni volta che un cliente effettuava un pagamento con carta di credito o di debito, gli esercenti dovevano sostenere costi di commissione che venivano detratti dall’importo pagato. Questo comportava un indebolimento dei profitti degli esercenti e, potenzialmente, una riflessione dei costi sui prezzi dei prodotti o servizi.

Allo stesso tempo, per i consumatori, le commissioni spesso rendevano meno conveniente l’utilizzo delle carte per pagamenti di importi inferiori a 30 euro. Questo risultava in una minore adozione dei pagamenti elettronici in queste circostanze, con conseguenti code più lunghe e un’esperienza complessiva meno agevole.

Il nuovo accordo

Per affrontare questa problematica e stimolare l’utilizzo dei pagamenti elettronici, le banche e gli esercenti hanno finalmente raggiunto un accordo senza precedenti. Questo accordo prevede, come già accennato appena, la riduzione delle commissioni applicate alle transazioni elettroniche per importi inferiori a 30 euro. L’obiettivo principale è quello di incentivare i consumatori a preferire i pagamenti elettronici anche per acquisti di piccolo importo, riducendo al contempo l’onere finanziario sugli esercenti.

In particolare, le commissioni applicate alle transazioni elettroniche sotto i 30 euro verranno notevolmente ridotte o addirittura eliminate, a seconda dei termini specifici dell’accordo. Questo beneficio dovrebbe avere un impatto significativo sulla diffusione e sull’accettazione dei pagamenti elettronici, migliorando l’esperienza complessiva di acquisto sia per i consumatori che per gli esercenti.

Vantaggi per i consumatori

Con la riduzione delle commissioni sui pagamenti elettronici, i consumatori potranno trarre numerosi vantaggi. Nello specifico:

  • Sicurezza e igiene:

In un’epoca in cui la sicurezza e l’igiene sono diventate particolarmente importanti, l’uso di pagamenti elettronici elimina la necessità di toccare denaro contante, riducendo il rischio di contaminazione.

  • Controllo delle spese:

I pagamenti elettronici consentono ai consumatori di tenere traccia delle spese in modo più accurato e conveniente, facilitando la gestione del budget personale.

  • Maggiore comodità:

L’uso di carte o soluzioni di pagamento digitale diventerà più conveniente anche per piccoli acquisti, rendendo la fila alle casse meno problematica.

Vantaggi anche per gli esercenti

Anche gli esercenti trarranno notevoli vantaggi dall’accordo sulla riduzione delle commissioni sui pagamenti elettronici, ovvero:

  • Maggiori profitti:

Con le commissioni ridotte, gli esercenti avranno una maggioranza di profitti da ogni transazione elettronica, contribuendo a una maggiore stabilità economica per le loro attività.

  • Incremento delle vendite:

L’aumento dell’adozione dei pagamenti elettronici potrebbe portare a un aumento complessivo delle vendite, poiché i consumatori preferiranno questa comoda opzione di pagamento.

  • Modernizzazione dell’attività:

Accettare pagamenti elettronici può migliorare l’immagine di un’attività commerciale, rendendola più moderna e allineata con le aspettative dei clienti.

Questo passo avanti nel mondo dei pagamenti elettronici potrebbe svolgere quindi un ruolo cruciale nel promuovere una società sempre più digitalizzata, moderna ed efficiente per tutti gli attori coinvolti.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *