Abitazione popolare affidata alla famiglia di uno dei presunti assassini di Antonio Landieri

Il coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità prende atto della decisione posta in essere dagli uffici del Comune di Napoli relativa all’assegnazione di una delle nuove case destinate agli abitanti delle Vele alla famiglia di Davide Francescone, accusato di essere coinvolto nell’omicidio di Antonio Landieri, vittima innocente della camorra. Esprimiamo a riguardo la nostra indignazione, chiediamo che sulla vicenda venga fatta al più presto chiarezza e confidiamo che l’accertamento dei requisiti necessari per l’assegnazione delle unità immobiliari avvenga nel pieno rispetto delle norme.

Il coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità


comunicazione@campaniavittimeinnocenti.it
https://www.facebook.com/coordinamentocampano/

Print Friendly, PDF & Email