informareonline-Smargiass

A Roma, la mostra della Zine 0 di Smargiass e AIK

Giovanna Di Pietro 25/03/2022
Updated 2022/03/25 at 11:56 AM
2 Minuti per la lettura

La Zine 0 di Smargiass in collaborazione con Average Italian Kid verrà presentata a Spazio Fontanella a Roma il 26 marzo. Smargiass è un collettivo di studenti e studentesse che, in collaborazione con Average Italian Kid, una piattaforma incentrata sul patrimonio della cultura pop italiana, ha raccolto 35 artisti emergenti grazie ad una call to action quest’estate.

L’idea del team di Smargiass è quello di dare spazio ai creativi che non ne hanno uno, mettendo insieme l’esigenza di esprimersi artisticamente alla necessità di trovare una comunità all’interno del quale è possibile farlo.

Geremia Trinchese, Sara Marseglia, Nicola Serpico, Michele Artellino, Vincenzo Veneruso e Agnese Cuomo sono i giovanissimi ideatori del progetto che, assieme al fondatore di Average Italian Kid Giacomo Tavelli, sarà esibito gratuitamente dalle 18 alle 22. Oltre alla mostra dei lavori presenti nella Zine 0, all’evento saranno presenti anche i Thru Collected, il collettivo hyperpop napoletano, per la prima volta in concerto a Roma.

Vincenzo Veneruso, che si occupa del lavoro di grafica, spera che “il magazine possa piacere così com’è piaciuto a noi e che l’evento possa coinvolgere la scena artistica romana, oltre a quella napoletana”.

Il tema della “Zine 0: FUTURO VISIONI DAL POI” ha esplorato l’aspettativa dell’avvenire per la nuova generazione, raccogliendo le testimonianze personali rispetto a un sentire collettivo: l’ansia del futuro. Esorcizzandola attraverso la rielaborazione artistica, viene fatto spazio per il nuovo tema della prossima Zine, che sarà annunciato proprio questo sabato.

«Dall’evento mi aspetto di conoscere tanti creativi che possano partecipare alla nuova Zine» dice Geremia Trinchese, uno tra i volti di Smargiass. All’evento sarà proiettato il video annunci, realizzato da Andrea Marchesano, Mauro Riccardi e Mario D’Angelo, della nuova call per artisti, che partirà dal 28 marzo. Il tema è “GIOCARE” che, inserendosi sulla scia del primo, si presterà all’interpretazione dei vari artisti che parteciperanno.

«Ora che non abbiamo più paura [del futuro] possiamo giocare» rivela Trinchese, che lascia percepire le intenzioni ambiziose del collettivo napoletano.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *