Caro bollette protesta Eni Napoli

A Napoli protesta fuori la sede Eni: bollette bruciate dai manifestanti

Redazione Informare 22/09/2022
Updated 2022/09/22 at 4:51 PM
2 Minuti per la lettura

La campagna di disobbedienza civile #Nonpaghiamo, prosegue il suo percorso. Ieri, c’è stata la protesta fuori la sede Eni di Napoli contro l’aumento dei prezzi delle bollette.

La protesta #Noinonpaghiamo

Il caro bollette sta colpendo gravemente le tasche dei cittadini e l’attività lavorativa di tutte le imprese. Da questa premessa, a Napoli è andata in scena una protesta fuori la sede dell’Eni: ieri mattina, tanti cittadini si sono riuniti per manifestare – giustamente – la loro insofferenza verso i vertiginosi aumenti in bolletta. I manifestanti si sono recati davanti alla sede Eni di Napoli e hanno dato fuoco alle bollette al grido: “Non paghiamo”.

Nel corso della protesta, non si sono registrati disordini. Il dato significativo, che riportiamo, è stata la registrazione di una forte partecipazione alla protesta. La protesta ha visto la partecipazione di comuni cittadini e persone vicine agli ambienti del Laboratorio Politico Iskra – che hanno inscenato una manifestazione fuori alla sede “Eni” di via Riviera di Chiaia a Napoli. Ad affiancare i manifestanti anche gli studenti di Fridays for future, precari e disoccupati. Il corteo ha raggiunto l’edificio che ospita gli uffici Eni. Ai piedi del palazzo i partecipanti hanno simbolicamente alcune megabollette da oltre 600 euro arrivate in questi mesi a famiglie di precari.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.