Nella giornata di ieri, si è conclusa con successo, a Campochiaro, in provincia di Campobasso, l’esercitazione congiunta tra il 9° Stormo di Grazzanise (CE) ed il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) della Regione Molise. Questa tipologia di esercitazioni di ricerca e soccorso (S.A.R. – Search and Rescue) denominata SATER (SAR-TERRA) sono svolte periodicamente, nel corso dell’anno, nell’ambito di un accordo tra l’Aeronautica Militare ed il Soccorso Alpino e Speleologico Nazionale finalizzato al mantenimento delle capacità nel settore del Soccorso Aereo.

Un elicottero HH212 del 21° Gruppo “Tiger” del 9° Stormo di Grazzanise, comandato dal Colonnello pilota Nicola LUCIVERO, ha effettuato sortite dalla base di Campochiaro, per l’addestramento di ricerca e soccorso sul monte Matese.

Le attività preminenti e peculiari dell’esercitazione sono state soprattutto avioimbarchi, rilasci e recuperi con verricello in ambiente montano, anche da pareti rocciose. Queste hanno consentito, sia agli equipaggi del “cavallino rampante” che agli uomini e alle donne del C.N.S.A.S., di operare in sinergia massimizzando il ritorno addestrativo.

Due equipaggi si sono alternati per consentire ai tredici operatori del Soccorso Alpino, suddivisi in tre Squadre, di calarsi nelle gole montane sotto la guida del Responsabile regionale Mariano ARCARO.

Dopo una propedeutica fase di predisposizione all’attività, avvenuta attraverso un dettagliato briefing pre-volo, il velivolo si è diretto in alta montagna per simulare il recupero di persone disperse in ambiente impervio.

Questo tipo di esercitazione ha lo scopo di affinare la capacità di integrazione e di interoperabilità tra le diverse componenti coinvolte nelle complesse e delicate attività di ricerca e primo intervento, in occasione di calamità naturali che si possono verificare sul territorio nazionale.

Nei mesi di Gennaio e di Agosto 2017, per esempio, gli equipaggi del 9° Stormo sono intervenuti, proprio nell’ambito dell’attività di Ricerca e Soccorso di feriti e dispersi, in due eventi particolarmente rilevanti. Nello specifico, in occasione del travolgimento dell’Hotel Rigopiano da parte di una slavina sul Gran Sasso D’Italia e, successivamente, sull’isola di Ischia in soccorso della popolazione colpita dal terremoto.

Il 9° Stormo, con i suoi assetti di volo HH-212, svolge operazioni di supporto alle Operazioni Speciali nonché di ricerca e soccorso di personale, sia in Italia che nell’ambito delle missioni internazionali, fornendo il supporto aereo alle forze di superficie e intervenendo, in presenza di feriti, con l’attività di evacuazione sanitaria d’emergenza.

Il Reparto, inoltre, con i Fucilieri dell’aria, concorre al dispositivo di sicurezza di rischieramenti militari all’estero, a operazioni di mantenimento della pace e di soccorso umanitario, nonché all’attuazione in campo nazionale di misure di protezione in occasione di grandi eventi o di mantenimento dell’ordine pubblico.

Un fiore all’occhiello del nostro territorio, del quale essere orgogliosi.

di Teresa Lanna

Print Friendly, PDF & Email