Il Consigliere castellano Peppe Scialla, nell’occasione del 10° anniversario dell’uccisione di Angelo Vassallo, il sindaco pescatore di Pollica che ha difeso a spada tratta il suo territorio, ha avanzato con un post sui suoi canali social una proposta al sindaco di Castel Volturno Luigi Umberto Petrella.

Scialla propone di intitolare l’approdo peschereccio sulla sponda del Volturno al sindaco Vassallo.
Riportiamo integralmente il post del consigliere:

“Nella ricorrenza del 10° anniversario dall’assassinio di Angelo Vassallo, faccio questa proposta al Sindaco di Castel Volturno di attribuire il nome del Sindaco-pescatore all’approdo fluviale peschereccio che tra qualche settimana vedrà l’inizio dei lavori tra il Ponte ed il Castello.

APPRODO “ANGELO VASSALLO”

Egregio Sindaco,
oggi ricorre il decimo anniversario dell’omicidio di Angelo Vassallo, il Sindaco pescatore di Pollica che con coraggio e determinazione si è speso per il suo territorio e la sua comunità fino a rimetterci la vita.
Citando le parole di questa mattina del Presidente della Camera, On. Roberto Fico, Angelo Vassallo è stato un esempio di “impegno, rigore, sensibilità civica e, soprattutto, grande ostinazione nel non rinunciare mai ad immaginare la possibilità di creare un Paese migliore”.
Pur operando con semplicità e senza ricercare clamori, il Sindaco pescatore ha fatto di un piccolo borgo cilentano- disteso tra la montagna ed il mare (la rinomata frazione di Acciaroli) – una meta turistica di rilievo internazionale azionando con caparbietà le leve di valorizzazione delle tipicità locali.
Riqualificazione del centro antico, raccolta differenziata dei rifiuti e decoro ambientale, pulizia del mare e delle spiagge, attenzione alle fasce deboli della popolazione e alla qualità della vita in generale, valorizzazione delle tradizioni locali divennero le direttrici del riscatto.
I risultati furono eclatanti: dal 1989 Pollica riceve ogni anno, quasi ininterrottamente, la Bandiera Blu – FEE Italia; dal 2000, si vede attribuire le Cinque Vele di Legambiente e del Touring Club Italiano per un territorio ecocompatibile e a misura d’uomo; nel 2005 il Comune di Pollica è premiato come Comune Verde d’Italia; nel 2006 riceve il 1° premio Città Slow; nel 2010 il Comune istituisce il Centro Studi per la Dieta Mediterranea, che sarà riconosciuta Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, grazie soprattutto all’azione culturale sviluppata sul territorio da Angelo Vassallo.
Dopo ciò che ha letto, caro Sindaco, immagino che già si stia facendo un’idea di quanto sia attuale e pertinente Angelo Vassallo con Castel Volturno.
Ecco perché oggi le chiedo un forte atto di testimonianza: intitolare ad Angelo Vassallo l’approdo peschereccio che presto verrà costruito sulla sponda sinistra del Volturno, tra il Castello ed il Ponte.
Questo approdo metterà fine a tutto lo scempio ambientale che da anni esiste e cresce sotto i nostri occhi fatto di baracche abusive, reti illegali, puzza di gas di scarico dei motori dei pescherecci e scie di olii e idrocarburi galleggianti sul nostro fiume.
Questo approdo ristabilirà il termine LEGALITÀ nella gestione degli attracchi pescherecci (oggi TUTTI ABUSIVI!).
Questo approdo è anche un’ opportunità per far rivivere la tradizione peschereccia del nostro territorio dato che, dopo la sua realizzazione, sarà possibile sbarcare il pesce sulle nostre rive fluviali in sicurezza sanitaria ed alimentare dato che vi sorgerà un punto di sbarco con controlli dell’ASL.
Questo approdo, seppur nel suo piccolo, realizza appieno le parole di Angelo Vassallo quando disse che “rispetto per l’ambiente e legalità. Queste sono le risorse del domani per la costruzione di una nuova felicità e per una nuova economia”.
Caro Sindaco, sono fiducioso in un suo positivo riscontro a questa proposta. Una proposta che non è totalmente mia ma di cui sono latore dopo aver incontrato e sentito cittadini e pescatori favorevoli ad attribuire al nostro approdo peschereccio il nome di Angelo Vassallo, Sindaco e pescatore.”

Print Friendly, PDF & Email