Zona Franca Urbana, per Mondragone occasione di sviluppo economico senza precedenti

download“La Zona Franca Urbana rappresenta un’occasione di sviluppo economico senza precedenti – dichiara Salvatore Pacifico, assessore alle attività produttive del Comune di Mondragone – per la Città di Mondragone. Siamo veramente felici che questa grande opportunità giunga in uno dei momenti storici più difficili per la nostra Comunità, praticamente nel bel mezzo di una congiunturale crisi economico-finanziaria. In questo senso assume una grande importanza l’incontro formativo ed informativo che, grazie alla disponibilità ed all’impegno dell’Ordine dei Commercialisti e degli esperti contabili di Caserta, risulta essere oltremodo interessante”.

L’appuntamento denominato “Zona Franca Urbana a Mondragone, agevolazioni fiscali e contributive per le micro e piccole imprese: vantaggi, opportunità e criticità” si terrà il prossimo martedì 4 febbraio alle ore 15 presso la sala conferenze del Museo Civico.

“Grazie all’impegno ed alla dedizione del Consigliere delegato dell’Ordine Aldo Pellegrino – commenta il Sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa – il momento rappresenta uno strumento che serve a far cogliere un’opportunità fino in fondo alla Città di Mondragone. La Zona Franca Urbana, il Distretto Turistico del Litorale Domitio, il Grande Progetto “La Bandiera Blu” ed una nuova e più snella pianificazione urbanistica rappresentano il giusto viatico per porre le basi ad un vero rilancio territoriale. Mondragone potrà rinascere soltanto grazie a forti sinergie istituzionali a diversi livelli che possano esaltare al meglio le professionalità tecniche mediante il confronto costante con commercialisti, esperti contabili, consulenti del lavoro, architetti, ingegneri, geometri, etc. presenti in loco”.

Salvatore Di Rienzo, portavoce del Sindaco e dell’Amministrazione comunale di Mondragone (mobile +393314245287; mailsalvatore.dirienzo@mondragone.net)

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.