VonDatty – Madrigali [Release 13-11-2014]

download“Madrigali”

Il nuovo disco di VonDatty

Onirico e surreale, un disco fatto di immagini, sensazioni e stati d’animo
Dieci tracce e un baffo in copertina  

Uscirà giovedì 13 novembre “Madrigali”, l’album di debutto del cantautore VonDatty.

Onirico e surreale, ma anche elettrico e spigoloso, “Madrigali” è un disco fortemente personale.
Un viaggio attraverso varie sonorità, realizzato con la collaborazione di musicisti di estrazioni musicali differenti, un diario nel quale sono raccontati i tre anni che hanno decretato  il salto oltre la linea d’ombra.

Non ci sono storie in questo lavoro, non ci sono personaggi, solo immagini, sensazioni e stati d’animo, ogni singola canzone prende in analisi una particolare paura o paranoia e la descrive attraverso un linguaggio fortemente ermetico. La forza della parola trova nella musica un fedele alleato con il quale esprimere un immaginario intimo, personale, quindi autentico.

Perché intitolare un disco “Madrigali” ?

Perché quando non si ha un Dio da venerare, ciascuno le preghiere deve scriverle da solo, scavando dentro sé stesso, cercando di mettersi a nudo, scavalcando ogni timidezza e sacrificandosi del tutto in favore della propria creatività.

“Madrigali” si pone al centro di una trilogia ideale, un percorso iniziato con il primo piccolo Ep “Diavolerie“, una trilogia della notte della quale rappresenta le ore più profonde e abissali e si pone un unico obbiettivo, quello di non lasciare l’ascoltatore come l’ha trovato.

Tracklist

01 – Il fantasma della porta accanto

02 – Santamarena

03 – Blueberry

04 – L’ingranaggio (feat.Giorgio Baldi)

05 – L’amore malato

06 – Maschere d’inchiostro nero (feat. Tommaso di Giulio)

07 – Il gioco delle ombre

08 – Il generale inverno

09 – Disoriente

10 – Dal tramonto all’alba

 

Credits:

Scritto e prodotto da VonDatty

Ad eccezione di “L’ingranaggio” scritta da VonDatty e Giorgio Baldi , prodotta da Giorgio Baldi

“Blueberry” scritta da VonDatty e Andrea Cauduro

“Disoriente” scritte da VonDatty e Davide Ambrosi

“Dal tramonto all’alba” prodotta da VonDatty e Fabio Martini

 

Registrato da Giancarlo Barbati presso SnakeStudio (Roma) e Fabio Martini presso RedRoom (Guidonia)

Mixato da Francesco Grammatico presso Db Recording Studio (Tivoli Terme) con la direzione artistica di Fabio Martini

Masterizzato da Giancarlo Barbati presso Ninja Mastering (Roma)

Ad eccezione di “L’ingranaggio”, registrata , missata e masterizzata da Giorgio Baldi presso Il Bunker

 

Hanno suonato:

VonDatty: voci , chitarre elettriche , chitarre acustiche , ukulele , ukulele elettrico , guitalele , snaps , rumori

Andrea Cauduro: chitarre elettriche , chitarre classiche , snaps

Davide Ambrosi: chitarre elettriche

Lorenzo Valerio: batteria

Alessandro Parmeggiani: basso

Fabio Martini: vocoder , rumori , scherzi sonori , soundscapes , elettronica

Giancarlo Barbati: rumori , diamonica , glokenspiel

Fabrizio Vivarelli: pianoforte , wurlitzer , synth , elettronica

Valerio Antognelli: sax tenore , sax soprano

Giorgio Baldi: chitarre , basso , synth , batteria elettronica , glocknspiel , trattamenti su “L’ingranaggio”

Youssef Stalingrado: batteria su “L’ingranaggio”

Tommaso Di Giulio: voce su “Maschere d’inchiostro nero”

 

Disegni : Alicia Amici

Grafica : Lorenzo Conti

 

LINK UTILI

Facebook: https://www.facebook.com/pages/VonDatty-Official/127903980621681

Youtube: http://www.youtube.com/user/BaroneVonDatty

Soundcloud: https://soundcloud.com/rob-vondatty

 

 

 

 

BIOGRAFIA

Il “Barone”VonDatty, nasce tra l’inverno e la primavera del 1991 a Tivoli (RM), tant’è che sarebbe stato difficile, ammette lui stesso, scrivere un determinato tipo di canzoni, senza essere nato e cresciuto in provincia.

Crescendo ha coltivato e portato a termine solo due cose ( non riuscendo neppure ad arrivare a tre , come Troisi nel suo famoso film ): due bei baffi e un’incredibile passione per la musica, soprattutto per la “forma-canzone”.

Dopo una divertente esperienza, come voce di una band, da vita ad un suo progetto personale e individuale, termini che preferisce di gran lunga al più comune “solista” e decide di mescolare in un Ep tutte le influenze musicali e cinematografiche che in quel periodo gli ruotano in testa , come corvi appollaiati su una torre…e dopo un anno di lavoro “sottotraccia”…il 18 Dicembre del 2012 nasce “Diavolerie” . L’opera contiene sei tracce e molte e diverse collaborazioni , si pone così il primo mattone della cosiddetta “Trilogia della notte”, che a detta del Barone, conterrà “Diavolerie” e i due lavori successivi.

Il 13 novembre 2014 uscirà “Madrigali”, suo progetto discografico d’esordio.