Voltour, app e turismo per il rilancio del litorale domitio

Ieri mattina, presso il Cinema Bristol di Pinetamare, si è tenuta la presentazione del progetto @turistamico e la prima visione dei video promozionali girati a Castel Volturno. Voltour è pensato per la crescita dell’economia del litorale domitio, in particolar modo per questa lingua di terra dalle straordinarie potenzialità. Attraverso l’utilizzo di un’applicazione per smartphone ed un sistema telematico di cui possano beneficiare turisti, cittadini e commercianti del luogo, la mission principale è creare un circuito economico a favore del commercio locale, in concomitanza con l’idea di favorire la riscoperta delle bellezze del territorio, distaccandosi da quelle logiche comunicative che hanno negli anni deturpato ed insabbiato l’immagine di questa città.

In occasione della presentazione del progetto sono intervenuti Ernesto Oliva, presidente dell’Associazione Voltour, Paolo Luongo, membro dello staff Voltour, e l’ospite d’onore Marek Hamsik, al quale è stata conferita una targa con inciso: «Testimonianza di qualità e coraggio, sono doni di cui ci fai omaggio ogni giorno. Grazie di essere uno di noi».

Questo slideshow richiede JavaScript.

La presentazione del progetto è stata anticipata dal murales dipinto a tempera dai bambini presenti, aiutati dall’Arch. Alessandro Ciambrone, e dalla premiazione del concorso fotografico internazionale “Castel Volturno da aMare”, organizzato dal Centro Unesco di Caserta, finanziato da Voltour e patrocinato dal Comune di Castel Volturno, dalla Chiesa Santa Maria del Mare, da Bio.For.Polis (finanziato da Fondazione con il Sud), da Officina Volturno e dal magazine Informare, che ha visto vincitore lo scatto “Cavalieri innamorati” di Ciro De Simone.  Presente all’evento anche Ciro Corona, presidente dell’Associazione Resistenza, il quale ha portato da Scampia una sua testimonianza in seguito agli atti intimidatori subiti nei giorni scorsi ed esponendo i Bottini del Sud, ormai un marchio di fabbrica della filiera di produzione e legalità creatasi a Scampia.

È stata notevole la partecipazione della cittadinanza castellana, nonostante la giornata di festa, sempre in prima linea per iniziative che puntino al riscatto di un territorio che non può morire nell’indifferenza di chi ancora non ne ha compreso le potenzialità.

di Fabio Corsaro

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!